Un salottino maleodorante all'Olivella: divani e frigoriferi nell'elegante piazzetta del centro storico

di

Divani, frigoriferi, armadi circondano i cassonetti di Piazzetta Angelina Lanza, nel quartiere Olivella. Tutto attorno palazzi storici, alcuni ristrutturati con super attici, balconcini eleganti e videocamere di sorveglianza. Alle sue spalle la meravigliosa cupola della seicentesca Chiesa di Sant'Ignazio all'Olivella.

Davanti al salottino maleodorante, la lavanderia di Monica, olandese di una frazione vicina alla medievale Utrecht, trasferitasi a Palermo, per amore, tanti anni fa. "Ogni mattina spazzo il mio angolo di strada, a fine giornata riempio un secchio con bottiglie, cartacce e immondizia varia che chi passa da qui getta per strada - racconta la donna emigrata in Sicilia -.Di sera qualcuno passa da qui e abbandona divani, materassi e frigoriferi e, quasi giornalmente, gli operai della Rap ritirano questi ingombranti. Peccato che, dopo qualche ora, la discarica si riformi".

E mentre Monica racconta della sua battaglia giornaliera contro il degrado dell'eleganza, un gruppo di turisti osserva sbarlodito il cumulo di rifiuti nella piazzetta che porta il nome della poetessa figlia di Giuseppe Damiani Almeyda, l’architetto del Teatro Politeama di Palermo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X