TRASPORTI

Slitta il ritorno del treno da Palermo all'aeroporto, arrivano i bus sostitutivi

Il treno ancora non c'è ma Trenitalia garantirà il collegamento fra Palermo Notarbartolo e Punta Raisi "con autobus sostitutivi fino al rilascio della definitiva autorizzazione per la messa in esercizio della linea da parte delle competenti Autorità", lo scrive in una nota Trenitalia che annuncia la partenza, da oggi, della nuova offerta commerciale sul Passante ferroviario di Palermo.

"Nelle stazioni Palermo Centrale, Notarbartolo e Punta Raisi sono attivi servizi di assistenza ai viaggiatori - spiega la nota - Attivo anche il numero verde gratuito 800 89 20 21. I nuovi servizi dell’offerta commerciale sono consultabili nella sezione Trasporto Regionale, pagina Sicilia, del sito web trenitalia.com. I biglietti sono acquistabili sui canali di vendita tradizionali e digitali di Trenitalia: biglietterie, self service, sito web trenitalia.com, App Trenitalia, Sisal, Lottomatica, tabaccai".

Insomma, dopo tre anni e mezzo di chiusura e di lavori il collegamento in treno tra la città e l'aeroporto non ci sarà ancora e non si sa quando partirà. Un colpo di scena arrivato un giorno prima della data annunciata per la riapertura della tratta.

Salterà anche l'inaugurazione prevista per il 14 settembre alla presenza dall'assessore regionale alla Mobilità Marco Falcone con il governatore Musumeci.

Il problema pare siano i piani di sicurezza per le gallerie della tratta Notarbartolo-Aeroporto che probabilmente dovranno essere rifatti di sana pianta.

A fermare tutto sarebbe stata la Prefettura del capoluogo che inizialmente aveva dato le autorizzazioni per poi bloccare la partenza lasciando sorpresa Rfi. Un mese fa, proprio la Prefettura con una nota aveva comunicato di aver approvato il piano di emergenza e soccorso delle gallerie “Notarbatolo- Francia” e “Capaci”, con l’aggiornamento dei rispettivi piani di sicurezza che rappresentavano il presupposto per consentire la messa in esercizio delle gallerie. Poi il dietrofront del quale ancora non si conoscono le motivazioni.

Al momento, quindi, i palermitani dovranno accontentarsi dei bus.

A.B.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X