A BALLARO'

Palermo, stretta sulle bici elettriche "modificate": venti sequestri, multe per 74000 euro

di

Giro di vite per l'uso indiscriminato delle biciclette elettriche che si trovano in giro a Palermo e provincia. Il motivo? Molte di questi "due ruote" sono palesemente modificati, in barba a tutte le norme della strada, soprattutto in alcuni quartieri, come ad esempio Ballarò. Ne sono sequestrate venti, che erano dei veri e proprio ciclomotori.

Nei giorni scorsi un ampio dispositivo di controllo del territorio disposto dalla Questura ed affidato al Commissariato “Oreto Stazione”, a cui ha preso parte anche personale della Polizia Municipale, si è dispiegato nel quartiere Ballarò.

In pratica, queste biciclette a pedalata assistita, con una modifica ad alcuni componenti, li rende dei veri e propri ciclomotori. La differenza? Che quest'ultimi, a differenza delle biciclette, devono rispettare alcune normative del codice della strada.

In sostanza la modifica del mezzo, ne consente un utilizzo pressochè analogo a quello del “motorino”, ovvero la possibilità di ottenere una trazione elettrica, senza pedalata, pigiando semplicemente un pulsante aggiunto o attraverso l’installazione illegale di un vero e proprio acceleratore. Mezzi, tra l'altro, molto efficaci anche in caso di furti e scippi per la loro capacità di "districarsi" nelle strette vie della città.  Sono stati sequestrati venti mezzi modificati, con multe per un totale di 74.000 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X