AMMINISTRAZIONE

Palermo, il piano di Orlando per ponti e viadotti: "Monitoraggio per garantire sicurezza"

L’Amministrazione comunale, dopo gli stanziamenti annuali di mezzo miliardo di euro del 2015 e del 2016, ha approvato la costituzione di un fondo di 2 milioni e 800 mila euro per il 2018, attraverso un mutuo già contratto con la Cassa Depositi e Prestiti, per interventi sui ponti, viadotti e cavalcavia presenti nel territorio cittadino. Le somme si potranno utilizzare non appena sarà approvato il bilancio dal Consiglio comunale.

Il crollo del ponte Morandi a Genova chiama l’allerta anche a Palermo e il sindaco Leoluca Orlando, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo delle Aquile, alla presenza del vice sindaco Sergio Marino e del capo area tecnica del Comune Nicola Di Bartolomeo ha illustrato il programma del Comune per la manutenzione dei manufatti esistenti.

Se ne contano in totale 25, censiti attraverso un catasto informatizzato. Si tratta di un data base delle infrastrutture e delle condizioni d’uso e di conservazione realizzato dai tecnici dell’area Rigenerazione urbana, opere pubbliche ed attuazione delle politiche di coesione.

Tra le priorità - si legge nel programma illustrato - ci sono gli interventi sul Ponte Corleone, nel viadotto sul sottopasso di via Emily Bach, le indagini sul ponte a mare di via Messina Marine, sui cavalcavia di via Mater Dolorosa, via Conte Federico (in collaborazione con Anas), via Ernesto Basile (compresi ponte e canale), piazza V.E. Orlando, via Pitrè, via Belgio, via Lazio, piazza XIII Vittime, il cavalcavia ferroviario di via Notarbartolo. Ed ancora, il viadotto sulla trincea ferroviaria via Alessi, il ponte di via Altofonte (completamento delle indagini conoscitive), via Giafar lato valle ferroviario, il sovrappasso via Mattarella (a villa Trabia), il ponte di San Martino a Boccadifalco, e le indagini sul ponticello San Martino via S. Pietro.

Orlando è intervenuto anche sul tema dell'emergenza abitativa con il chiaro riferimento al caso di via Emma. «L'amministrazione comunale non intende tollerare e non tollererà l’occupazione illegale di beni confiscati alla mafia destinati ad attività sociali e a emergenza abitativa». "Mentre sono già stati intensificati i controlli da parte della polizia municipale, l’amministrazione, insieme - ha aggiunto - con tutte le istituzioni competenti e tutte le Forze dell’ordine, intende procedere allo sgombero di eventuali immobili occupati segnalando alla competente Autorità giudiziaria gli occupanti e coloro che in qualsiasi modo favoriranno le occupazioni».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X