Il sindaco di San Giuseppe Jato dopo le minacce di morte: "Vado avanti senza paura"

«Sono sereno e non ho paura di niente e di nessuno. Vorrei piuttosto guardarlo in faccia questo vigliacco». Un messaggio chiaro e deciso pronunciato in aula consiliare. Così Rosario Agostaro, sindaco di San Giuseppe Jato, ha risposto alla lettera di minacce ricevuta due giorni fa.

«Altofonte, bella famiglia. Caro sindaco fai la persona corretta altrimenti muori», questo il testo della missiva, accompagnata da un proiettile, che il primo cittadino si è visto recapitare l'11 agosto. «È il gesto di un meschino, che – commenta Agostaro - non ha capito il danno che ha fatto ai suoi stessi figli e a tutta la comunità, che per anni è stata associata all’idea di mafia. Questo paese ha alle sue spalle, infatti, una storia da rabbrividire, ma i tempi sono cambiati e non torneremo indietro. Qui la maggior parte è gente onesta».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X