CITTA' DA VIVERE

Ecco cosa fare oggi a Palermo

di
appuntamenti a Palermo, Palermo, Cultura
Salvo Piparo

A teatro

Oggi alle 21,30 all'Arena Re di Campofelice di Roccella arriva lo spettacolo "Scordabolario" di Salvo Piparo. Un viaggio alla scoperta della parole della cultura siciliana ormai in disuso.

Da sentire

Oggi  alle 21, ma a palazzo Chiaramonte Steri nell'ambito della rassegna Palermo Classica, debutta il giovane pianista e compositore russo Dmitry Shishkin, con un programma eccezionalmente romantico, passando dai capolavori noti di Chopin alla spiritualità di Scriabin per approdare al poderoso Rachmaninov. Shishkin ha iniziato a suonare il piano ad un anno e mezzo, guidato dalla madre musicista, e ha debuttato sul palco a quattro anni, mentre a sei suonava già con l’orchestra. E’ considerato uno dei giovani talenti della scuola russa di ultima generazione. Biglietti: 14,50 euro.

 

Anche oggi, dalle 21,30 continuano le iniziative  "Retrò Fest" ci sarà il concerto Burlesque Show con Wonderfull Ginger.

Appuntamenti

Cinema, teatro e musica sono gli ingredienti dell’ottava edizione di Notti Clandestine a Termini Imerese, in programma da oggi al 25 agosto. L’iniziativa è promossa dalle associazioni Politeia e TeleTermini con il patrocinio del comune di Termini Imerese e di Palermo 2018 Capitale Italiana della Cultura. La location è suggestiva: Piano Barlaci, a pochi passi dai ruderi dell’anfiteatro romano dI Villa Palmeri. Ogni serata avrà due momenti: il primo dedicato al cinema, curato da Roberto Tedesco, il secondo al teatro e alla musica, curato da Totò Scaccia. Per tutta la settimana sul palco di Piano Barlaci si alterneranno registi, attori e musicisti, proiezioni e spettacoli live.

E' l'ultimo giorno del "Festival delle Tradizioni Popolari", un appuntamento ormai fisso a Petralia Sottana che accompagna la settimana del Ferragosto e che oggi, ospita l'evento più atteso: il "Ballo Pantomima della Cordella". Si inizia alle 15 con la rievocazione dell'antico Corteo Nuziale che partirà da piazza Gramsci per percorrere tutto corso Paolo Agliata, fino ad arrivare alla Chiesa Maria Santissima Assunta, dove verrà rievocato il matrimonio. A seguire, il corteo proseguirà verso il campo sportivo di Petralia Sottana, dove andrà in scena lo spettacolo del "Ballo della Cordella": dodici coppie di ballerini, proprio come i mesi dell'anno, danzeranno intrecciando le cordelle a formare le figure che rappresentano le quattro stagioni, accompagnati da canti e balli della tradizione del comune madonita.

Da vedere

Una grande installazione a forma di spirale, in memoria di tutte le vittime di mafia. È l'ultimo lavoro dell'artista veneziano Gianfranco Meggiato, inserit0 nel programma di I-design tra i collaterali di Manifesta 12 e in Palermo Capitale Italiana della Cultura e a cura di Daniela Brignone che si potrà ammirare fino al 9 settembre a Piazza Bologni.

Si chiama Dialoghi Futuristi la mostra con oltre settanta opere del pittore futurista Pippo Rizzo che arriva fino al 16 settembre a villa Zito, in via Libertà. L'allestimento curato dalla pronipote del pittore futurista Giulia Gueci e dal professore Sergio Troisi si focalizza sulla straordinaria esperienza del Movimento futurista in Sicilia, mettendo in evidenza la rete di relazioni.

A 60 anni dalla sua nascita, Palermo rende omaggio a Keith Haring (1958-1990), uno degli artisti contemporanei più significativi del XX secolo, la cui popolarità è paragonabile a quella di Andy Warhol. Dal 29 giugno al 16 settembre 2018 saranno esposte nella splendida cornice di Villa Zito diverse opere dell’artista statunitense, provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private.

Nel Chiostro di San Domenico, in piazza San Domenico si può visitare la mostra di Max Serradifalco dal titolo "Earth Flags. Trascending Boundaries" che può essere visitata fino al 9 settembre.

Era il 1928 e tutto comincia da una Leica: Alexander Rodchenko ha 37 anni ed è convinto che tutto dipenda dall’angolazione. È l’unico modo per bilanciare l’immagine piatta e consolidata di una società,o, il primo grande fotografo russo antecedente alla Guerra Fredda. Grazie al lavoro della direttrice del Museo di Arti visive di Mosca, Olga Sviblova e al contributo della direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Mosca, Olga Strada, giunge a Palermo una selezione di 150 fotografie di Rodchenko, dai negativi originali degli anni Venti e Trenta. “Alexander Rodchenko. Revolution in Photography” arriva all’Albergo dei Poveri, a Palermo - che la ospiterà fino al 23 settembre – promossadall’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, coprodotta da Civita Arte e da Bridge Consulting, curata della State-Financed Institution of Culture and Education of the City of Moscow e di Multimedia Complex of ActualArts. Nel

Sovrapposizioni e stratificazioni; migrazione e integrazione. Sono alcuni dei temi attorno cui ruota il lavoro, fortemente politico, della fotografa tedesca Katharina Sieverding che ha selezionato quattordici opere che, con i loro mezzi formali e contenutistici, fanno riferimento al tema di Manifesta 12, la Biennale nomade che si aprirà il 16 giugno a Palermo. Inserita tra i Collateral di Manifesta 12, - e nel cartellone di Palermo Capitale Italiana della Cultura - Sieverding PALERMO è ospitata dal 14 giugno al 4 novembre negli spazi dell’Haus der Kunst ai Cantieri Culturali alla Zisa.

E' uno dei grandi della fotografia del XX secolo. I suoi scatti hanno narrato la disperazione e la tragedia delle guerre che hanno costellato il Novecento e le speranze di fronte alla fine dei conflitti. La mostra "Robert Capa - Retrospective" che si è aperta all'Albergo dei Poveri a Palermo, ripercorre il lavoro di questo maestro della fotografia in un momento particolare: le celebrazioni dei 70 anni di Magnum Photos, di cui Capa fu fondatore insieme a Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David “Chim” Seymour e William Vandivert. Centosette gli scatti in mostra, tutti in bianco e nero, realizzati dal 1936 al 1954, l'anno in cui Capa morì, ucciso da una mina anti-uomo in Indocina. Tra le sezioni anche una dedicata alla Sicilia dove il fotoreporter raccontò la liberazione dell'isola da parte degli americani alla fine del secondo conflitto mondiale.

“Arrivano i dinosauri”, l' esposizione di due dei più importanti modelli di dinosauri al mondo all'Orto Botanico di via Lincoln . L’acquisizione dei dinosauri, rappresentativi delle specie “Carnotaurus sastrei” e “Thecodontosaurus antiquus”, scaturisce dalla collaborazione scientifica tra il Museo Gemmellaro del SiMuA e l’Oertijdmuseum di Boxter in Olanda, produttore delle repliche. L’installazione aprirà al pubblico a partire dalle 9 e la visita è compresa nel biglietto di ingresso all’Orto Botanico dove saranno esposti fino al mese di agosto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X