COMUNE

Palermo, il mercato dell'usato dell'Albergheria verso la regolamentazione

di

Il mercato abusivo dell'Albergheria, a Palermo, va verso la regolamentazione. Il Comune ha avviato un piano per regolarizzare l'antico "suk" dell'usato. Dopo il primo punto di raccolta di rifiuti ingombranti, piazzato dalla Rap lo scorso mese, adesso sono state attivate  le prime aree di sosta in via Mongitore e in  via Di Cristina, messe a servizio dei residenti e dei due mercati, cioè quello storico di Ballarò e quello - poco distante - dell'usato. Al via anche un'attività di controllo più costante da parte della polizia municipale.

Il mercato dell'usato, finora senza alcuna regolarizzazione, ha luogo per lo più di notte e fino alle prime luci del mattino, sebbene qualche bancarella resti anche durante il giorno. Spesso oggetto di polemiche, fra chi da anni denuncia il degrado e le difficoltà per via dell'assenza di regole - come spesso denunciato dai residenti - e chi da tempo ne chiede il riconoscimento e una regolamentazione. I rifiuti ingombranti, puntualmente abbandonati sui marciapiedi e per strada dopo il mercato, e le strade invase dalle bancarelle piazzate senza alcuna regola con evidenti conseguenze sul traffico suscitano non pochi malumori e pongono un serio problema di vivibilità nel quartiere, ancora di più in un'area inserita nel percorso Arabo-normanno riconosciuto patrimonio Unesco, dunque meta di turisti e visitatori.

"Il percorso intrapreso inizia, a piccoli passi, ad entrare nel vivo", dichiarano il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e l'assessore alla Cittadinanza solidale, Giuseppe Mattina. A contribuire al piano, la prima circoscrizione e il comitato SOS Ballarò, attraverso i quali è stata avviata una mediazione territoriale con i cittadini e i commercianti del quartiere.

Il presidente della prima circoscrizione, Massimo Castiglia, e il presidente della Commissione attività sociali, Salvatore Imperiale, esprimono "Piena soddisfazione per il cammino avviato" e sottolineano che "presto altre aree come quella di via Majali e delle zone limitrofe, vedranno interventi analoghi a quelli di via Mongitore e via Di Cristina.

"In collaborazione con il dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Palermo e dell’Assemblea pubblica SOS Ballarò - sottolineano Castiglia e Imperiale - stiamo lavorando ad una iniziativa di formazione che avrà luogo in autunno; l’aspetto sociale, una seconda vita degli oggetti, lo sviluppo locale e la creazione di un soggetto che rappresenti tutte le persone che fanno questo tipo di mercato, saranno i temi affrontati con esperti, studiosi del settore, operatori e Istituzioni locali e regionali".

Il 6 settembre un'assemblea pubblica con i residenti e gli operatori del mercato dell’usato per definire le tappe successive del percorso di regolamentazione del mercato dell'Albergheria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X