FURTI IN CASA

"Se partite non scrivetelo su Facebook": le istruzioni della polizia per tenere lontani i ladri

di

In occasione delle vacanze estive la polizia di stato di Palermo ha ulteriormente potenziato la propria presenza sul territorio prevenire furti nelle abitazioni, rapine e scippi ai numerosi turisti che affollano la città nell’anno di “Palermo capitale della Cultura”.

Gli agenti effettueranno attività di pattugliamento a piedi, a cavallo, in bicicletta e persino a bordo del nuovo mezzo a propulsione elettrica, impiegato lungo il movimentato “Percorso arabo-normanno” con ottimi risultati sotto il profilo per prevenire scippi ai numerosi cittadini e turisti che ogni giorno lo attraversano.

Maggiori controlli anche nelle zone balneari, negli snodi dei principali mezzi di trasporto e, in particolare nel mercato storico di Ballarò.

Per prevenire i furti in abitazione, che nell’anno in corso hanno fatto registrare un calo del 12% in città e del 34% in provincia rispetto all’anno precedente, la questura consiglia ai cittadini che si allontanano per le ferie alcuni accorgimenti per scoraggiare eventuali ladri. Bisogna evitare nascondigli banali per oggetti di valore tenuti in casa, come armadi, cassetti, vasi, quadri, letti e tappeti, nascondigli che  molte persone ancora utilizzano. “Quindi se proprio dovete nascondere in casa degli oggetti sarà utile fare ricorso ad un po' di inventiva”, si legge in una nota della questura di Palermo.

È utile inoltre fotografare i beni di valore che potrebbero essere oggetto di furto. In caso di furto o di rapina. “Vi consigliamo di consegnarne una foto al momento della denuncia per poterla inserire nella bacheca online – si continua a leggere nella nota - Questo servizio è stato appositamente istituito per contenere informazioni e foto di oggetti denunciati o ritrovati in modo da rendere più agevole ai legittimi proprietari la ricerca tra i beni eventualmente sequestrati a seguito di indagini e ottenerne la riconsegna”.

Tra gli accorgimenti consigliati per chi lascia per poco tempo la casa incustodita c’è quello di lasciare qualche luce accesa, la radio, l'impianto stereo o il televisore in funzione;  chiudere sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti; ricordare che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c'è nessuno; chiedere ai vicini di casa di prestare attenzione in caso di  rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento e nell’eventualità  non esitare a chiamare il 113.

Mentre se il cittadino tornando a casa trova la porta aperta o chiusa dall'interno, la questura consiglia di non entrare. “Potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l'eroe e telefona subito al 113”, si precisa nelle nota.

Per chi si allontana per lunghi periodi invece è consigliato di non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze ma soprattutto evitare di pubblicare su social network i programmi di viaggio poiché queste informazioni possono arrivare indirettamente a persone poco raccomandabili;  è bene installare un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione;  bisogna  evitare l'accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla; evitare di divulgare la data del tuo rientro e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla tua assenza.

Inoltre sono consigliati alcuni accorgimenti per rendere la casa sicura come avere una porta blindata con serratura antifurto e spioncino; installare in casa un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento o mettere delle grate alle finestre e alle porte, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri; bisogna proteggere l'interruttore della luce all'esterno, con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente; è meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore; è necessario ricordare che luce e rumore tengono lontano i ladri.

Mentre per chi rimane in casa da solo in questo periodo è consigliato di tenere accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone; tenere la porta protetta col paletto o la catena di sicurezza in caso di temuto pericolo chiamare il 113.

Attenzione anche all’uso delle chiavi di casa. Le riproduzioni bisogna affidarle a una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette o in caso di scippo bisogna cambiare la serratura. È necessario assicurarsi, uscendo e rientrando, che la porta di casa e il portone del palazzo restino ben chiusi. Infine bisogna non fare sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X