L'ALLARME

Palermo, ancora vandali a Brancaccio. Il centro Padre Nostro: ora più controlli

di

Ennesimo atto vandalico in piazza Anita Garibaldi a Brancaccio a Palermo, dove 25 anni fa fu assassinato padre Pino Puglisi e dove Papa Francesco farà tappa durante la sua visita a Palermo, il 15 settembre, in memoria proprio del Beato Puglisi.

E’ stato rotto un lampioncino, che era già stato danneggiato e sostituito. A darne notizia è il centro Padre Nostro di Brancaccio, fondato da padre Puglisi e oggi presieduto da Maurizio Artale, più volte vittima di minacce per la costante attività svolta nel difficile quartiere.

“A questo punto l'attuale presidio, attivo dalle 8 alle 20, non risulta sufficiente ad evitare tali incursioni, per cui è necessario un intervento da parte delle istituzioni, installando nel piazzale una garitta per le forze dell'ordine – spiega Maurizio Artale - al fine di garantire un servizio di sorveglianza 24 ore su 24”.

Lo scorso 23 luglio sono stati danneggiati dei lampioni che illuminano la statua del beato e dei dissuasori, del peso di 70 chili, che impediscono alle auto di posteggiare sul marciapiede.

In quel caso, Artale aveva già lanciato un allarme commentando: "Forse non è stata gradita la presenza da più di 10 giorni di una pattuglia della polizia municipale che presidia la piazza, impedendo il posteggio delle auto nella metà di marciapiede non delimitata dai dissuasori”. Tra le sue proposte anche un sistema di videosorveglianza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X