Piéce teatrale racconta Emanuela Loi, la donna poliziotto uccisa nella strage di via D'Amelio

Riflettori accesi a Palazzo dei Normanni per il 26esimo anniversario della Strage di via D’Amelio.

Una piéce teatrale, dal titolo “Sono Emanuela Loi” - a cui hanno assistito il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè e il direttore generale della Fondazione Federico II, Patrizia Monterosso - ha messo in scena la storia dell’agente di scorta morta il 19 luglio del '92, insieme con il giudice Paolo Borsellino e gli altri quattro agenti.
Emanuela, quel giorno, è diventata la prima donna poliziotto morta in servizio, uccisa da un attentato mafioso.

Il monologo, scritto da Eleonora Lo Curto, capogruppo dell’Udc all’Ars (regia di Alessio Piazza, con Anna Clara Giampino e “I Musicanti” di Gregorio Caimi), ha fatto emozionare anche la sorella di Emanuela Loi, presente a Palazzo dei Normanni.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X