Investimenti, assunzioni e un bilancio da 3,6 milioni: tutte le novità sull'Università a Palermo

Presentate stamani al Complesso Monumentale dello Steri le novità su assunzioni, bilancio di Ateneo, nuovo regolamento di contribuzione studentesca, immatricolazioni e offerta formativa per l'anno accademico 2018/2019.

E i dati che emergono sono di un utile in bilancio di 3,6 milioni di euro, di un piano di inserimento di 110 nuove unità tra personale docente e ricercatori, di una nuova app che sostituisce la card che aveva preso il posto del vecchio libretto cartaceo dello studente ed una tassazione media tra le più basse di Italia.
A presentare queste novità è stato il rettore dell’Ateneo, Fabrizio Micari.
Si è partito dal bilancio 2017 approvato dagli organi di governo dell’Ateneo che registra un utile, complessivo anche degli anni precedenti, di 3,6 milioni.
In linea con l’ottima posizione dell’Ateneo in termini di aule e di spazi universitari nei ranking italiani sono quindi potenziati gli investimenti per i laboratori didattici, per il miglioramento continuo delle aule per un campus sempre più green e sostenibile e per la manutenzione straordinaria e ordinaria.
In particolare saranno investiti: 600 mila euro nei laboratori didattici, 315mila euro nell’efficientamento del CUS, 350 mila euro nel 'revamping' del Campus di Viale delle Scienze, 250 mila euro nelle grandi attrezzature per i progetti di ricerca, 100 mila euro negli interventi strutturali per consentire la massima accessibilità alle strutture universitarie per gli studenti disabili, 200 mila euro nella manutenzione ordinaria (edilizia, impiantistica, cura degli spazi verdi) e 1 milione e 800mila euro nella manutenzione straordinaria.
"Il nostro è un Ateneo in ottima salute", ha commentato Micari.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X