Spesa pubblica senza più segreti: a Palermo e Catania incontri sul sistema Siope

Spesa pubblica senza più segreti grazie al Siope, il Sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici, piattaforma realizzata dalla Banca d’Italia che consentirà a tutti i cittadini di controllare nel dettaglio le entrate e le uscite della Pubblica amministrazione.

Di Siope+ si è parlato durante due incontri di presentazione del progetto che, organizzati dall’AnciSicilia, da Ifel e dalla Banca d’Italia, si sono tenuti a a Palermo e Catania.

"Il progetto Siope+ - spiega il segretario generale dell’AnciSicilia, Mario Emanuele Alvano - presenta un’importante innovazione nella gestione delle informazioni utili al monitoraggio dei flussi finanziari pubblici. In linea con i principi di trasparenza della finanza pubblica, Siope+ migliorerà il lavoro degli enti, riducendo la necessità di trasmissione di ulteriori dati, ma consentendo al contempo alla Ragioneria generale dello Stato, il massimo livello di dettaglio informativo. Abbiamo deciso di organizzare questo evento perché da un punto di vista organizzativo e tecnologico dal 1° luglio è scattato l’obbligo per 101 comuni siciliani con popolazione superiore a 10 mila e fino a 60 mila abitanti, mentre dal 1° ottobre 2018, saranno coinvolti anche 279 comuni fino a 10 mila abitanti ".

Nel video l'intervista a Marco Martella, vice capo del servizio Tesoreria dello Stato

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X