ELEZIONI

"Votanti portati al seggio dall'auto del comitato di un candidato", indagini a Casteldaccia

E’ stata aperta un’indagine sulle elezioni comunali di Casteldaccia. Le liste Evoluzione 4.0 e Officine Cambiamenti hanno chiesto di fare luce su quanto successo domenica scorsa durante le operazioni di voto per le amministrative quando i carabinieri hanno fermato un’auto sospetta e hanno portato due uomini in caserma per degli accertamenti. Sembrerebbe che l’auto, affittata dal comitato elettorale di un candidato, prendesse gli elettori a casa e li portasse alle urne. Dagli investigatori bocche cucite anche se l'auto fermata e l’intervento dei carabinieri in centro non sono passati inosservati.

«Essendoci impegnati, in sede di campagna elettorale - si legge in una nota dei gruppi politici -, a firmare il protocollo di legalità varato dalla commissione nazionale antimafia e rappresentando migliaia di cittadini casteldaccesi che ci hanno votato, sentiamo forte il dovere di non lasciare nulla al caso. Si chiede, pertanto, alla magistratura di fare luce su tutti gli avvenimenti sospetti accaduti durante le elezioni del 10 giugno che abbiano potuto inficiare il voto dei cittadini casteldaccesi». Le elezioni sono state vinte dall’ex deputato regionale del Megafono, Giovanni Di Giacinto, che torna a fare il sindaco dopo 5 anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X