Si alza il sipario al Massimo di Palermo, "L’elisir d’amore" incontra il Circo di Botero

di

Sarà in scena da 16 al 24 giugno al teatro Massimo di Palermo "L’elisir d’amore" di Gaetano Donizetti nell’allestimento scenico ispirato al ciclo di quadri “El circo” di Fernando Botero.

In scena Laura Giordano (Adina), che torna sul palcoscenico del Teatro Massimo dopo il grande successo ottenuto con I puritani di Bellini ad aprile, Arturo Chacón-Cruz (Nemorino), che al teatro Massimo era già stato Don José in Carmen nel 2016, Giuseppe Altomare (Belcore), Giovanni Romeo (Dulcamara) e Maria Francesca Mazzara (Giannetta). Con l’intervento di Circ’opificio, Orchestra e Coro del Teatro Massimo, Maestro del Coro Piero Monti.

A dirigere l’opera sarà Alessandro d’Agostini, che sostituisce l’indisposto Min Chung.

Victor García Sierra, regista dello spettacolo, è anche cantante con una ricca carriera nella quale diverse volte ha interpretato il ruolo di Dulcamara. Osservando i quadri di Botero, è rimasto colpito dalla corrispondenza tra alcuni personaggi dell’Elisir d’amore e quelli dei quadri della serie “El circo”.

Il mondo colorato e ottimistico di Botero ha trovato quindi una risonanza nella musica effervescente dell’Elisir di Donizetti. Belcore diventa un domatore di leoni, Nemorino un clown, che fa ridere ma anche intenerisce, Adina legge non un libro, ma le carte… L’arrivo del circo nel villaggio stravolge e modifica le vite di tutti i personaggi, così come nell’opera di Donizetti succede con l’arrivo dei militari.

La prima dell’opera sarà trasmessa in diretta su maxi schermo per piazza Massimo (biglietto unico al costo di un euro), progetto realizzato in collaborazione con GNV, e in streaming sul sito del teatro Massimo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X