CALCIO

Play off, oggi Palermo-Venezia: probabile l'impiego di Coronado e Rolando

di

Tutto pronto al Barbera per la gara di ritorno tra Palermo e Venezia: chi passa va in finale. Guai a pensare di aver già superato il turno.

Il Venezia è una squadra che sfrutta molto il gioco di rimessa, ma è pur vero che a Palermo i lagunari dovranno fare la partita perché hanno una sola opzione per accedere all'ultimo round, vincere.

Non è una normale partita di campionato in cui la squadra che gioca in trasferta può permettersi di abbassare il baricentro, aspettando che l'avversario si scopra per punirlo in contropiede. Dentro o fuori, è la legge di questa sfida di ritorno dei playoff, in cui il Palermo ha un enorme vantaggio, può permettersi di pareggiare, grazie al miglior piazzamento in classifica alla fine del campionato. Non ci saranno tempi supplementari dunque, né rigori.

Allora che fare? Aspettare senza scoprirsi per evitare le ripartenze molto care ad Inzaghi o attaccare a spron battuto alla ricerca del gol e di una vittoria, ma con il rischio di concedere troppi spazi? Interrogativi che avranno di certo non fatto dormire Roberto Stellone, alla vigilia di una gara che ha un'importanza enorme per il club di viale del fante.

All'andata, a Venezia, il Palermo ha concesso poco e ha avuto occasioni importanti per vincere, ma al Barbera sarà una gara diversa. Stellone ha già annunciato dei cambi. Probabile l'impiego di Coronado, molto criticato per il gol mancato a Venezia nei minuti finali, e di Rolando, che mercoledì non ha trovato spazio fra i titolari. Dovrebbe accomodarsi in panchina Trajkovski, poco incisivo all'andata. Ballottaggio tra Moreo e Nestorovski; appaiono invece certe le presenze in campo dal primo minuto di La Gumina e Murawski. La difesa non dovrebbe subire modifiche rispetto alla gara dell'andata.

Questa la probabile formazione anti Venezia: Pomini; Rispoli, Rajkovic, Bellusci, Aleesami; Rolando, Murawski, Jajalo, Coronado; Nestorovski, La GuminaIl Venezia dovrebbe affidarsi ad un 3-5-2: Audero; Andelkovic, Domizzi, Modolo; Bruscagin, Pinato, Stulac, Suciu, Garofalo; Marsura, Geijo.

Sarà il pubblico delle grandi occasioni quello che alle 18,30 accoglierà la compagine rosanero: previsti circa 30 mila spettatori, anche grazie alla politica dei "prezzi bassi", che proveranno a dare una marcia in più a Stellone e ai suoi uomini, durante 90 minuti che, per l'importantissima posta in palio e per le grandi ambizioni delle due compagini, si preannunciano di fuoco.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X