Le 104 candeline di nonna Benedetta, ex centralinista del Giornale di Sicilia

104 candeline per Nonna Benedetta, ex centralinista del Giornale di Sicilia. A fare festa con lei gran parte della redazione del Giornale di Sicilia, che per l'occasione ha voluto omaggiarla di un pensiero floreale.
E' emozionata Benedetta Sanna, che per quasi ventanni, da '51 al '69, con amore e passione è stata al servizio del quotidiano siciliano:
"Ricordo tutti i giornalisti di quell'epoca, tra i quali Mario Francese. Quando fu ucciso - dice Benedetta Sanna - mi trovavo a Messina e ne fui molto addolorata. Non so perché fu ucciso, forse perché faceva bene il suo dovere".

104 anni portati bene: ricorda, racconta con dovizia di particolari molti momenti della sua vita; e mentre lo fa spesso si emoziona. Lucidamente, l'ex centralinista ci racconta delle sue colleghe e dei suoi colleghi, che purtroppo oggi sono tutti morti, e di due sue passioni, il Palermo calcio e il burraco:
"Sono tifosa - spiega -. Seguo sempre le gare del Palermo e mi auguro che torni in serie A".
Mentre ne parla, la proprietaria della casa di riposo in cui alloggia annuisce: "Confermo, è una grande tifosa - racconta -. Quando vince il Palermo è una festa".
Nonostante l'età gioca ancora a carte Nonna Benedetta e vincere contro di lei è un'impresa.

Quando gli chiediamo il segreto della sua longevità prova a glissare la domanda, forse vuole tenerlo per se. Poi ci dice: "Mangiare semplice, non mi piace mangiare complicato. Non ho altri segreti".
E poi la lettura, che mantiene il suo cervello sveglio. E a proposito di lettura, Benedetta Sanna fa un appello al giornale a cui ha dedicato vent'anni della sua vita: "Prima mi mandavano il quotidiano a casa come ex dipendente, ora non me lo mandano più. Amavo leggerlo - racconta - e sono ancora in grado di farlo. Sarei felice se potessi averlo ancora adesso, nella casa di riposo in cui vivo e in cui vorrei morire, un giorno".

Mentre la intervistiamo arriva una lettera. E' quella del primo cittadino, Leoluca Orlando.
"La sua veneranda età la annovera tra le persone più straordinarie al mondo - scrive Orlando - e Nonna Benedetta mentre legge si emoziona. Poi ringrazia tutti: il sindaco per la lettera, il vice sindaco che è venuto ad abbracciarla, il Giornale di Sicilia che sta immortalando il momento, i nipoti che sono venuti a trovarla, le ragazze della casa di riposo che ogni giorno l'assistono e Dio, a cui è devotissima, per averle donato tutto questo tempo e per quello che ancora vorrà concederle.

Auguri da tutta la redazione. Buon compleanno Benedetta.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X