Da Vinicio Capossela ad Ezio Bosso: tante stelle per il cartellone estivo del teatro di Verdura a Palermo

PALERMO. Una rete di istituzioni musicali per un cartellone estivo che spazia dalla classica al rock, ospita personaggi internazionali - Vinicio Capossela, Ezio Bosso, Teresa Mannino, Simona Molinari, Micha van Hoecke, Giovanni Sollima, per citarne solo alcuni -, schiaccia l’occhio all’improvvisazione, al racconto inedito, alla commistione tra i generi. E’ pronto il cartellone istituzionale estivo del Teatro di Verdura che quest’anno è ospitato dentro Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018: tredici spettacoli (e una prova aperta) proposti da Teatro Massimo, Orchestra Sinfonica, Amici della Musica, Conservatorio Bellini e Brass Group, a cui si uniscono altre manifestazioni di solidarietà direttamente ospitate dal Comune di Palermo. Si comincia il 5 giugno con le celebrazioni per il 204° anniversario dell’Arma dei Carabinieri, e si andrà avanti fino a settembre inoltrato. Su questo cartellone si innesteranno gli appuntamenti degli organizzatori privati proposti tramite il bando pubblicato sul sito del Comune, che scadrà il 27 aprile.

Il cartellone si aprirà martedì 5 giugno alle 18,30 con le celebrazioni del 204° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Alla fine della manifestazione si esibiranno il vincitore di X Factor, Lorenzo Licitra e la Fanfara del 12° Reggimento carabinieri “Sicilia”. Ingresso libero.

Il 23 giugno (ore 21,15) spazio alla solidarietà con l’ormai consueto appuntamento con “LiviaConNoi”, lo spettacolo di beneficenza organizzato da Livia onlus lo spettacolo organizzato da Livia onlus giunto alla ottava edizione e per il quarto anno consecutivo ospitato al Teatro di Verdura. L’iniziativa della famiglia Morello, dedicata alla figlia Livia - scomparsa sette anni fa a 18 anni per una aortite -, è ormai entrata nel cuore dei palermitani che hanno “adottato” il progetto nato per sostenere le associazioni impegnate sia nell’assistenza a minori e adolescenti a rischio, che per la prevenzione, attraverso il Parco della Salute creato da Vivi Sano onlus e intitolato a Livia. Come ogni anno, accorrono diversi artisti: da Sergio Friscia a Sergio Vespertino, al pianista palermitano Davide Santacolomba, alla cantante Daria Biancardi, ai Tamuna e all’Accademia nazionale del Musical. Tra gli attori, Elena Pistillo, Aurora Falcone e Rosalba Bologna. Direzione artistica e regia sono di Massimo D’Anna, conducono Salvo La Rosa e Rossella Leone.

Un altro appuntamento inclusivo cadrà invece domenica 24 giugno con il “Concerto di condivisione e solidarietà” dell’orchestra e coro infantile “Quattrocanti”, gestita dall’associazione TalitàKumOnlus. Prima istituzione musicale a scendere in campo sarà The Brass Group che proporrà in tutto tre concerti con protagonista l'Orchestra Jazz Siciliana, che nel corso della sua lunga storia è stata diretta dalle più celebri bacchette del mondo. Per questo primo concerto accompagnerà Simona Molinari nel suo ultimo, speciale progetto: il 7 luglio (ore 21,15) “Loving Ella” concerto che metterà in luce la luminosa e frizzante vocalità della cantante partenopea, impegnata a rileggere i successi di Ella Fitzgerald, da "A-tisket, A-tasket" a "Satin doll", da "Summertime" a "Moon River". Il giorno dopo il concerto verrà proposto al Teatro Antico di Taormina.

Il 12 luglio (alle 21.15) sarà invece Vinicio Capossela ad unirsi all’orchestra del Teatro Massimo diretta da Stefano Nanni, che cura anche l’orchestrazione dei brani, per “Orchestys: danze, salti, onde dei tre tempi”.

Il 25 luglio, “Teresa Valery” con Teresa Mannino, che rivisita le vicende de La Traviata raccontando, con il suo inconfondibile stile l’opera di Giuseppe Verdi. Teresa (Valery) entra direttamente nel percorso narrativo raccontandone le emozioni, dialogando e brindando con i personaggi dell'opera, scherzando in un gioco ironico e sottile attraverso le trame del capolavoro verdiano. Alberto Maniaci dirige l’orchestra del Massimo, la regia è di Alberto Cavallotti. Al fianco dell’attrice, interpreteranno arie celebri e duetti, il tenore Luca Canonici, il soprano Maria Francesca Mazzara e il baritono Francesco Vultaggio.

Il 26 luglio scende in campo la terza istituzione musicale: il Conservatorio “Vincenzo Bellini” propone “Stupor mundi”, suite sonora in prima esecuzione assoluta, su musiche di Sal Bonafede, che firma anche arrangiamenti e direzione musicale con Roberta Giuffrida.  Il giorno successivo (27 luglio) sarà la volta dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che, in occasione del 100°anniversario della nascita di Leonard Bernstein, proporrà “Rock Mass” per orchestra sinfonica, rock band, coro e Voci bianche, solisti di blues, rock singer jazz singer  e cantanti lirici. The Brass Group di nuovo al Teatro di Verdura il 28 luglio con “La Poderosa” programma affidato all’ OJS, un’autentica esplosione di sonorità, colori e ritmi latinoamericani. Ospite speciale il cantante, tastierista e polistrumentista Massimo Scalici, profondo conoscitore di salsa, pachanga e linguaggi musicali caraibici.

 Il 29 luglio uno degli appuntamenti più attesi: quello con Ezio Bosso - ospite degli Amici della Musica – che aprirà le porte del suo "Studio aperto", una delle sue molte iniziative rivolta a giovani musicisti.

Gli ultimi due appuntamenti del cartellone istituzionale al Teatro di Verdura cadono a settembre: l’8, terzo ed ultimo concerto della OJS che presenta in anteprima assoluta "Palermo tu", rivisitazione in inedita chiave swing di composizioni vecchie e nuove di Ignazio Garsia; tra tutti, alcuni pezzi degli anni ’60 e ’70 composti per gli spettacoli di Salvo Licata; i testi di allora verranno interpretati da Salvo Piparo e Costanza Licata che parteciperanno con molti altri ospiti. Si chiude il 16 settembre con 100 Cello, concerto-maratona di cento violoncellisti per gli Amici della Musica. E’ il culmine di un progetto musicale a cui Giovanni Sollima lavora da tempo: a capo di una orchestra di soli violoncelli che, nei due giorni precedenti, proporrà una vera e propria kermesse aperta e dedicata interamente allo strumento. Da una lunga maratona aperta a tutti, senza limiti di orario all’esibizione dei cento violoncellisti in giro per la città fondata principalmente sul concetto di improvvisazione. Previsto anche un contest musicale.

 

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X