IN CORSO ITALIA

Carini, dipendente dell'Asp aggredita a calci e pugni. Candela: "Basta violenza"

aggressione asp carini, dipedente asp aggredita, Antonino Candela, Palermo, Cronaca
Ospedale di Partinico

PALERMO. Una dipendente dell’Asp di Palermo, in servizio all’ufficio anagrafe assistiti del Presidio di Corso Italia a Carini è stata brutalmente aggredita questo pomeriggio da un utente.

La donna, mentre stava fornendo informazioni all’utente nella sala d’attesa dell’ufficio, è stata spintonata a terra, trascinata per i capelli e colpita violentemente con calci e pugni. Immediatamente soccorsa dai colleghi è stata trasportata a bordo di un’ambulanza del 118 prima al PTE di Carini e poi al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Partinico.

“Siamo sbalorditi ed addolorati dall’ennesima brutale aggressione ai danni di un dipendente dell’Asp – ha sottolineato il commissario dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo, Antonio Candela subito recatosi al Pronto Soccorso di Partinico per stare vicino alla signora – diciamo con forza e con decisione basta ad un clima di gravissima prevaricazione e sopraffazione nei confronti di chi svolge con impegno il proprio lavoro. Non ci piegheremo a chi pensa di sopraffare i lavoratori con la violenza. La direzione aziendale ed il personale tutto dell’Asp è vicina alla dipendente alla quale esprimiamo massima solidarietà e supporto. Saremo inflessibili nel perseguire i violenti in tutte le sedi competenti”.

L’aggressione alla dipendente in servizio a Carini, è avvenuta a pochi giorni di distanza da un’altra brutale aggressione, il 25 marzo scorso ai danni di un’infermiera in servizio al Pronto Soccorso di Partinico.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X