Conad dona 17 mila euro all'Associazione Piera Cutino di Palermo

di

PALERMO. Un assegno da diciassettemila euro per contribuire alla realizzazione dei laboratori di ricerca dell’Associazione Piera Cutino, presso il Campus di Ematologia dell’Ospedale Cervello, per proseguire così l’azione di contrasto alla Talassemia.

I fondi sono stati raccolti grazie ai punti donati dai clienti Conad, attraverso il catalogo PIU PREMI 2017, in tutti i punti vendita della Sicilia e della provincia di Reggio Calabria. “La donazione di oggi – afferma Vittorio Troia, direttore Generale CFO Conad Sicilia -  come quella di alcune settimane fa a Modica per la casa di Toti, testimoniano il grande spirito di solidarietà dei clienti e la loro fiducia nell’insegna Conad, una grande generosità che ha decretato il successo di questa iniziativa. Un’impresa come la nostra, leader di mercato in Sicilia, ha il dovere morale di contribuire alla crescita sociale del territorio e della comunità in cui opera. Per questo scendiamo in prima fila nel sostenere progetti che concorrono a migliorare la qualità della vita delle persone, come la ricerca scientifica”.

L’assegno è stato consegnato da Vittorio Troia al presidente dell’associazione, Alessandro Garilli insieme ad Alessandra Gurciullo, socia di Conad Sicilia, in rappresentanza del cda. La donazione contribuirà alla realizzazione di nuovi laboratori di ricerca all’interno dell’Associazione che dal 1998 è impegnata per migliorare la qualità della vita dei pazienti talassemici in Sicilia.

“La donazione di Conad alla nostra Associazione – spiega Alessandro Garilli, presidente dell’Associazione Piera Cutino - ci riempie di felicità, per tanti motivi. Primo, perché ci permette di aggiungere un tassello importante alla costruzione di nuovi laboratori di ricerca, e la ricerca, si sa, è l’unica via concreta per alimentare un futuro di speranza senza talassemia. E poi perché l’iniziativa, promossa in tutti i punti vendita Conad della Sicilia, ci ha permesso di parlare di questa rara forma di anemia, ponendo l’attenzione su una tematica molto radicata nella nostra isola. Desidero quindi ringraziare Conad Sicilia e tutti quei siciliani che hanno deciso di trasformare i loro punti spesa in speranza concreta per tantissimi pazienti talassemici”.

Fondamentale per le attività di ricerca della Onlus è il Campus di Ematologia Franco e Piera Cutino all’Ospedale Cervello di Palermo, che è diventato un punto di riferimento nazionale per il suo approccio totale alle malattie rare. “I nuovi laboratori di ricerca - afferma Aurelio Maggio, direttore dell’Ematologia 2 del Presidio “Cervello” di Palermo - daranno una spinta importante ai progetti che attualmente stiamo conducendo nell’ambito della Talassemia e altre malattie ematologiche rare. L’obiettivo è quello di riuscire a migliorare la qualità della vita di tanti pazienti, circa 2.400 solo in Sicilia. Basti pensare che negli anni ’80 i pazienti con talassemia major avevano una aspettativa di vita di circa 20 anni e una qualità della vita molto bassa. Oggi la Talassemia è una malattia cosiddetta a prognosi aperta. Un bambino che nasce oggi con la talassemia ha potenzialmente una aspettativa e una qualità della vita simile, per molti versi, a quella di qualsiasi altro bambino”.

“Il nostro sostegno alla ricerca non si esaurisce qua - conclude Salvatore Abbate, presidente di Conad Sicilia-  con l’obiettivo di fare di più per la comunità, anche per il 2018 il progetto dell’Associazione Cutino sarà inserito tra le iniziative di solidarietà che i nostri clienti potranno sostenere con la donazione dei punti accumulati sulla carta fedeltà Conad”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X