GUSTO E TRADIZIONI

Lo sfincione di Bagheria verso la Dop: richiesta al ministero

sfincione bagheria dop, sfincione di bagheria, Palermo, Economia

PALERMO. Lo sfincione bagherese, conosciuto come quello "bianco" rispetto al "rosso" palermitano, mira ad essere riconosciuto come prodotto Dop, d'origine protetta.

A chiederne il riconoscimento al ministero è l'associazione "La Piana d'oro", in collaborazione con la Regione siciliana. Nato a Palermo da una ricetta delle monache di San Vito, lo sfincione arrivò a Bagheria come piatto dei nobili, che proprio nel paese palermitano trascorrevano le vacanze estive.

Mantenendo fede alla tradizione, i panettieri bagheresi, forza commerciale notevole di questo territorio, tengono fede agli impasti e alle materie prime locali: grani antichi siciliani, le acciughe sono quelle di Aspra, olio e formaggi sempre di Bagheria.

L’associazione “La Piana d’oro” che sta lavorando per ottenere il riconoscimento Dop, come spiega il sito d'informazione "Cronache di gusto", sta completando le ricerche storiche e il passo successivo sarà quello di riunire i panificatori e tirare fuori un disciplinare di produzione che uniformi e regolamenti l’utilizzo delle materie prime e la preparazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X