ARTE

Palermo, giallo al museo Pitrè: spariti 253 pezzi

PALERMO. Al deposito del museo etnoantropologico intitolato a Giuseppe Pitrè  a Palermo mancano 253 pezzi. La notizia, a firma di Giancarlo Macaluso, è pubblicata sul Giornale di Sicilia oggi in edicola. Si tratta di documenti e oggetti della tradizione popolare, un colpo a una delle collezioni a tema più importanti del Mezzogiorno.

Filippo Guttuso, che fino a due mesi fa guidava il museo, prima dell’arrivo di Eliana Calandra, a inizio del 2017, ha presentato una denuncia ai carabinieri del nucleo di tutela del patrimonio artistico. E a conclusione dei controlli su «circa quattromila oggetti, si è potuto constatare la mancanza di un numero significativo» di essi.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X