Salvini a Palermo: "Bene Musumeci ma ancora troppo passato nel suo governo" - Video

PALERMO. «Abbiamo mandato a casa Crocetta, mandiamo a casa Renzi. Non vedo l’ora che arrivi il 4 marzo», afferma il leader della Lega Matteo Salvini, oggi a Palermo.

«Le battaglie della Lega sono battaglie concrete, non seguo le promesse o le fantasie degli altri, non temo un pericolo fascista o razzista. C'è bisogno di creare lavoro, c'è bisogno di andare in Europa per difendere l'agricoltura e la pesca siciliana. Sicuramente mentre altri parlano di ministri vari ed eventuali, il ministero dell’Agricoltura, della pesca e del cibo - ha aggiunto Salvini - sarà gestito da un uomo o una donna della Lega per difendere il nostro territorio, il nostro mare e i nostri prodotti».

«Sull'immigrazione penso che sia chiaro come la pensiamo: nel governo Salvini non sarà ammissibile che ci siano i tunisini in rivolta contro la polizia a Trapani, che ci sia spaccio di droga e prostituzione a Mineo, caos a Caltagirone. Qualcuno lo confonde con razzismo o fasciamo, invece io voglio soltanto ordine, regole e rispetto». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, a Palermo.

«Il governo Musumeci è l’inizio di un cambiamento, ma per i miei gusti c'è ancora troppo passato. Chi sceglie Lega il 4 marzo e chi l’ha scelta alle regionali, vuole più coraggio e un taglio netto con il passato - ha aggiunto - comunque è un miglioramento rispetto alla disastrosa situazione precedente».

Poi, arrivato a Messina per una convetion Salvini ha detto: «Il ponte sullo Stretto se economicamente sta in piedi è strategico. Non sopporto il fatto - ha proseguito - che passino sotto il naso dei siciliani e degli italiani migliaia di container che finiscono in Olanda e Germania a creare lavoro e ricchezza. Invece abbiano una posizione strategica, per la sinistra lo è per accogliere i profughi io preferirei fosse utilizzata per accogliere lavoro e container e far restare qui i nostri ragazzi. Devo anche dire però - ha osservato Salvini - che oggi sono venuto in macchina passando da Palermo, Catania e Messina, sarebbe opportuno sistemare le strade, le autostrade e le ferrovie. Questa è un’emergenza per questa regione».

Immagini di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X