DA GDS IN EDICOLA

Acqua, i poteri speciali restano ai box
Ferme anche le decisioni sui turni

di
emergenza acqua palermo, Palermo, Cronaca

PALERMO. A passo lento. Come non dovrebbe procedere un’emergenza. La crisi idrica della città resta ancora una questione di carte da «perfezionare», almeno era così fino a ieri.

Un tira e molla sull’asse Palermo-Roma che continua anche dopo la dichiarazione dello stato di emergenza, arrivata due giorni fa. E che di fatto non ha cambiato lo stato delle cose: i poteri speciali e le deroghe restano ai box, così come tutti gli interventi da fare per affrontare la crisi idrica. Nel cassetto resta anche il piano per il razionamento, una «extrema ratio» per Comune e Amap.

Tutti i dettagli sul Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X