CITTA' DA VIVERE

Ecco tutti gli appuntamenti di oggi a Palermo

di

Da sentire

Oggi alle ore 20.30 con “Poemi dell’estasi” si apre la stagione 2018 dei Concerti del Teatro Massimo. Il direttore musicale del Teatro, Gabriele Ferro, dirigerà l’Orchestra del Teatro Massimo in un programma che comprende la Lyrische Symphonie op. 18 di Alexander Zemlinsky, solisti il soprano Twyla Robinson e il baritono Albert Dohmen, e la Sinfonia n. 4 op. 54 “Le poème de l’extase” di Aleksandr Skrjabin.

Una tromba da un lato e un pianoforte dall’altro. E il jazz è servito. Alex Sipiagin e Riccardo Fassi saranno in concerto anche oggi alle 21,30 al Tatum Art di Palermo, in via dell’Università 38 (traversa di via Maqueda, a pochi passi dalla facoltà di Giurisprudenza), spazio per la musica di qualità creato e ideato da Toti Cannistraro e Francesco Costanzo. Oggi, sempre alle 21,30, a Siliagin e Fassi si uniranno Davide Inguaggiato al basso e Gaetano Presti alla batteria per suonare degli standard jazz.

I Three under cover sono i protagonisti del concerto di oggi alle 22 al Palab di Palermo in piazzetta del Fondaco (dietro la questura e a pochi metri da Ballarò). La band è formata dalla voce maschile di Vito de Canzio, Davide Molino (alla chitarra acustica) e Mariano Tarsilla (al basso). “The voice of Palermo” canterà brani in chiave acustica di Tom Jones, Eric Clapton, Ray Charles, James Brown, Tracy Chapman e tanti altri. E in mezzo, tra una canzone e l’altra, l’artista non mancherà di rapportarsi col pubblico, raccontando della sua carriera artistica, ricca di avventure e aneddoti.

Oggi alle 22 il palco del Vintage Club di via Piccola Teatro Santa Cecilia ospita la Treephase band, il gruppo guidato da Paul Di Maria alla voce e chitarra e formato da Werther Bottino alla chitarra e cori, Christian Bottino al basso e cori e Antonio Amato alla batteria.

Da leggere

Oggi alle 17.30 alla Casa Mediterranea delle Donne di via Lincoln 121, è previsto un incontro sul ruolo delle donne nella guerra di mafia e “La mafia dimenticata” (Melampo editore),  libro di Umberto Santino. Insieme all'autore del libro, interverranno Daniela Dioguardi, Simona Mafai, Anna Puglisi e Ilde Scaglione. La criminalità organizzata in Sicilia dall'Unità d'Italia ai primi del Novecento, le inchieste, i processi, le figure femminili: “La Mafia dimenticata” è un documento storico che propone  un'immagine della mafia e delle sue ombre finora in larga parte inedite, o non adeguatamente rappresentate.

Appuntamenti 

Nell'ambito dell'iniziativa Manifesta 12 Meet Up oggi  l'artista spagnolo Jordi Colomer incontrerà il pubblico al Teatro Garibaldi. Appuntamenti alle 19.

Fino al 13 febbraio al centro commerciale Conca d'Oro ci sarà l'iniziativa per le scuole e i piccoli della città dal titolo "Educarnival". Ingresso libero.

Oggi alle ore 10 presso l’Aula consiliare di Palazzo delle Aquile, si svolgerà la cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso in memoria dell’on. Riccardo Piccione, consigliere comunale e deputato regionale prematuramente scomparso nel 2007. Alla cerimonia saranno presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, il presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando e i vincitori del concorso.

 Da vedere

Oggi e fino al 25 febbraio alla Galleria d’Arte Moderna di piazza Sant’Anna arriva la mostra con 140 foto iconiche di Henry Cartiel- Bresson.

Nell’anno del cinquantenario anniversario del terremoto del Belice arriva la mostra a palazzo Sant'Elia dal titolo “Pausa sismica. 1968/2018. Cinquant’anni dal terremoto del Belìce. Vicende e visioni” A raccontare la storia di Gibellina e del Belìce saranno subito le fotografie, i video, i materiali documentari raccolti durante un lungo lavoro di ricerca tra diverse istituzioni che qui compongono la trama di una memoria viva. La rinascita passa invece dalle opere degli artisti, radicate nell’identità di Gibellina Nuova.

A palazzo Sant'Elia di via Maqueda si può ammirare l'esposizione dal titolo "Ricordi futuri 3.0" a cura di Ermanno Tedeschi e Flavia Alaimo. L'allestimento è visitabile fino al 24 marzo.  Si tratta di un’esposizione originale e multimediale con installazioni, oggetti simbolici ed opere d’arte contemporanea, video e proiezioni, armonizzati in un percorso narrativo che conduce ad un’esperienza avvolgente - a tratti graffiante, a tratti subliminale - e di grande effetto emotivo nella memoria della Shoah, che in Sicilia si arricchisce di documenti e materiali storici inediti, come le lettere di espulsione dei professori universitari.

Le mani di ieri e i saperi di oggi. Gli artigiani del passato che affondavano in tradizioni secolari, e i loro “nipoti”, gli artigiani di oggi, che navigano leggeri in mondi impalpabili dove si discute di stampe virtuali, comunicazione integrata, nuove tecnologie. Il risultato che resta sul tavolo è sempre lo stesso: l’uomo, essere pensante, deve fare i conti con il suo passato per immergersi nel suo futuro. Nasce dal confronto, la nuova avventura di I World a Palazzo Bonocore, a Palermo: nel Museo delle Eredità Immateriali, prende vita I Craft, a cura di Lucio Tambuzzo,  durerà fino al 31 marzo. Patrocinio dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana.

Il teatro Politeama Garibaldi di piazza Ruggero Settimo sarà visitabile al mattino, sette giorni su sette. Porte aperte dalle 10 alle 14.

 Sport
La magia di scivolare sul ghiaccio tra volteggi, salti e piroette. Una pista di pattinaggio di circa 200 metri quadrati, sarà  attiva tutti i giorni, dalle 9 a mezzanotte sino al mese di marzo. Al suo interno un’area per gustare una calda cioccolata e momenti di spettacolo, musica e intrattenimento.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X