VIA CRISPI

"Questo spot è sessista": studentesse oscurano un cartellone pubblicitario a Palermo

PALERMO. "Questa pubblicità è un esempio di violenza sulle donne": questa mattina a Palermo un gruppo di  studentesse dell’Assemblea contro la violenza maschile sulle donne ha "censurato" un cartellone pubblicitario di via Crispi con scritte di protesta che coprono la modella protagonista dello spot.

Sul cartellone si vede una donna che pubblicizza un olio per moto. L'immagine ha suscitato l'indignazione delle studentesse, che protestano: "Ancora oggi a Palermo è invasa da cartelloni pubblicitari sessisti. È una azione dimostrativa contro l’uso, a scopo pubblicitario, del corpo femminile. È una pratica, questa, che rappresenta in se violenza contro le donne e che contribuisce a normalizzarla. La violenza sulle donne è infatti il diretto prodotto di una società che per anni e ancora oggi, in nome di logiche di marketing e profitto, costruisce immaginari sessisti e schiavizzanti, che fanno del corpo delle donne mero oggetto di consumo. L’utilizzo di un seno o di un viso di donna per convincere l’acquirente è solo uno degli innumerevoli modi in cui il mondo del marketing abusa dell’immagine del corpo femminile per destare maggiore interesse nella propria offerta; è un fenomeno diffuso che tocca a noi in primis bloccare.”

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X