DA GDS IN EDICOLA

Truffa della benzina a Palermo, dissequestrato l'impianto della Esso: «Non è dei Vernengo»

PALERMO. Il distributore di carburante "Esso" di via Leonardo da Vinci 392, finito nelle indagini sul clan Vernengo, è stato dissequestrato. Il gip Walter Turturici, che aveva disposto dapprima il sequestro, ha infatti firmato un nuovo provvedimento dove si attesta che il proprietario Salvatore Faraone, di 35 anni, non risulta avere legami con la famiglia mafiosa di Santa Maria di Gesù. A dare notizia del dissequestro un articolo di Leopoldo Gargano sul Giornale di Sicilia di oggi.

In una prima parte dell'inchiesta, l'accusa riteneva che l'impianto facesse parte della rete di quelli (ben otto) riconducibili ai fratelli Cosimo e Giorgio Vernengo, figli di Pietro, boss ergastolano.

Tutti i dettagli sul Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X