IMMIGRAZIONE

Presunto scafista condannato a 5 anni di carcere a Palermo

PALERMO. La quarta sezione del Tribunale di Palermo ha condannato a 5 anni Hassan Seke, accusato di essere lo scafista di una barca in legno con a bordo 32 migranti, provenienti dal Bangladesh e dal Senegal che fu soccorsa a luglio 2016 nel Canale di Sicilia.

L'uomo, sentito dal gip, ha confermato di aver condotto l'imbarcazione dopo la minaccia di un libico che lo aveva minacciato di morte.

Secondo Seke, il trafficante libico si trovava sull'imbarcazione con lui, ma ha fatto poi ritorno sulle coste libiche con un'imbarcazione più piccola. Il suo racconto secondo il pm Giorgia Spiri non è però veritiero, in base alle testimonianze raccolte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X