Maestri in sciopero in tutta Italia, problemi alla didattica: la protesta anche a Palermo - Video

PALERMO. Maestri in sciopero in tutta Italia. Ritorno in classe problematico dopo le vacanze natalizie per gli alunni delle elementari e delle scuole per l’infanzia.

La protesta sta infatti creando seri problemi alla didattica, fa sapere l'Anief in una nota, a causa dell’adesione da parte di un’alta percentuale di maestre e maestri. I docenti manifestano contro la decisione del Consiglio di Stato di negare ai maestri precari con diploma magistrale (ante 2001/02) di essere presenti nelle graduatorie a esclusione e quindi anche la possibilità di essere assunti; in alcuni casi addirittura annulla i contratti già stipulati.

Sit-in di protesta anche a Palermo, davanti all'Ufficio scolastico regionale in via Fattori. Nel video le immagini dal capoluogo siciliano (con le interviste ai docenti Vincenzo Turco e Filomena Cannata).

A Roma intanto si sta svolgendo un corteo più numeroso davanti al Ministero dell’Istruzione; in mattinata una delegazione Anief, capitanata dal suo presidente nazionale Marcello Pacifico, e dei Cobas salirà presso le stanze del Miur.  Oltre a Palermo e Roma, sit in di protesta anche a Torino, Milano, Bologna, Cagliari, Catanzaro e Bari.

L’agitazione è stata proclamata dalle sigle sindacali Anief, Saese e Cub, con l’adesione dei Cobas.

"La protesta - spiega l'Anief - nasce per sostenere la richiesta inoltrata al Governo di adottare un decreto legge urgente che nelle more dell’attuazione della nuova formazione iniziale e reclutamento, a seguito della sentenza dell’adunanza plenaria, riapra per la terza e ultima volta le graduatorie ad esaurimento per il personale docente abilitato e confermi nei ruoli i docenti già assunti con riserva. Così da garantire la continuità didattica ma anche l’assunzione per merito, la parità di trattamento, la ragionevolezza nell’incontro tra domanda e offerta di lavoro nei due ambiti scolastici. Sono dieci i punti della piattaforma predisposti".

"Abbiamo chiesto all’Avvocatura dello Stato di darci le linee attuative della sentenza del Consiglio di Stato. Appena arriverà la risposta, convocheremo le parti e troveremo le soluzioni più idonee", ha detto la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli intervista da Sky Tg 24 a proposito dello sciopero dei maestri delle primarie e delle scuole dell’infanzia.

immagini di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X