SENZA CASA A PALERMO

Senza casa a Palermo, entro marzo due nuovi centri di accoglienza

PALERMO. Due dormitori, sette unità di strada accreditate, una mensa, due enti per l’accompagnamento all’ autonomia, una Unità Operativa di Pronto Intervento Sociale, il sostegno alla Missione di Biagio Conte e la collaborazione con la Croce Rossa, la Caritas e la Comunità di Sant’ Egidio. E' attivo inoltre un numero per le emergenze (0916733432) a cui i cittadini possono segnalare la presenza di clochard. Ecco i servizi del Comune per i senza fissa dimora della città. Un tema che è diventato molto caldo dopo la morte avvenuta il giorno di Capodanno di Amor, un senzacasa che passava le notti in via Crispi.

Il sindaco Leoluca Orlando con l'assessore alle Attività Sociali Giuseppe Mattina ha annunciato gli interventi che saranno effettuati entro febbraio. Otto centri diurni accoglieranno 260 persone al mese. Inoltre saranno messi a disposizione tre appartamenti per un totale di 30 posti letto temporanei. Gli interventi saranno finanziati con 2 milioni e 800 mila euro fino al 2020. Entro marzo invece, con i fondi del pon Metro, saranno realizzati  3 poli di Housing per l’accoglienza diurna (per un totale di circa 60 posti) e notturna (per un totale di circa 72 posti). Uno dei due poli avrà una riserva di 15  posti  da destinare a persone in situazione di marginalità estrema che necessitano di cure sanitarie, per le quali non è dovuto il ricovero in ospedale e che prevedono la somministrazione di terapie farmacologiche.

Orlando in una conferenza stampa ha letto la sua lettera aperta alla città sul tema. "La presenza di una persona davanti a un monumento- afferma-  non mortifica il monumento ma la nostra dimensione umana di solidarietà. Allora, per mettere al centro la persona come irripetibile esperienza di vita, in questi anni abbiamo costruiti dei servizi a rete e dato vita ad una personalizzazione dell’intervento che riguarda la dimora, ma è spesso punta dell’iceberg di assenza di lavoro, di salute, di famiglia. Proprio in questi giorni - conclude Orlando - è giunto l’invito alla Città di Palermo di rappresentare a Helsinki le città italiane  per il modo innovativo con il quale si affronta il tema delle persona senza dimora”.

Negli ultimi cinque anni la città di Palermo ha potenziato i servizi per le persone senza dimora, programmando ed investire sulle politiche di contrasto alla homelessness.

La scelta fatta da più di due anni è quella di sposare in pieno l’housing first che prevede la presa in carico delle persone senza dimora ed il loro inserimento  sociale, abitativo e lavorativo. Le programmazioni a valere sui servizi comunitari ammontano a più di cinque milioni di euro e prevedono, oltre all’ accoglienza, anche misure di politica attiva del lavoro  e misure relazionali, perché oggi una persona che vive per strada si sente sola e abbandonata”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X