Palermo, Tedino scaccia le distrazioni: "Testa solo al Venezia"

PALERMO. Testa solo al Venezia. Il Palermo cerca di respingere tutte le voci extracampo che stanno comunque facendo passare in secondo piano il buon campionato disputato finora dai rosanero.

Domani c’è una partita da vincere per tornare in vetta, Tedino ne è consapevole: “Dobbiamo pensare a fare il nostro lavoro, al resto pensa la Società. Non ci manca niente per lavorare, non possiamo lamentarci. Siamo in conferenza per parlare solo del Venezia – dice Tedino - forse avremmo dovuto prendere un pullman e fare una gita a qualche santuario. Per via dei tanti infortuni non abbiamo potuto fare ciò che volevamo in allenamento ma non cerchiamo alibi; abbiamo un carattere importante e lo abbiamo dimostrato ad Avellino. Ora anche l’ambiente deve dare tutto per la squadra”.

Emergenza infortuni, non ci sarà ovviamente Chochev: “Nelle ultime 6 partite aveva fatto molto bene, trovando una grande condizione psico-fisica. Ci tiene in maniera incredibile: ora è depresso perché vuole rientrare il prima possibile. Gnahoré? Ha fatto una partita ottima ad Avellino, dipende tutto da lui. Ha delle qualità eccellenti. Più che altro ho bisogno di capire chi ci sarà e chi no; però non sono preoccupato”.

Tedino punta tutto su Coronado: “Igor è un ragazzo molto sensibile, ci tiene talmente tanto che vuole sempre fare qualcosa di più. Lui a centrocampo nei 5? È possibile, ma c’è anche Fiordilino: non sono preoccupato. Abbiamo avuto tanti giocatori con microtraumi (sono 2 mesi che non abbiamo problemi muscolari): Struna, Chochev, Jajalo… e poi c’è Cionek squalificato. Non penso che cambieremo sistema di gioco ma ci sono ancora tante cose da valutare; con Chochev avevamo trovato la nostra quadratura, ma abbiamo anche altre soluzioni. Szyminski può giocare ovunque, è un ragazzo eclettico”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X