COMUNE

Orlando all'attacco dopo l'ispezione: impedita svendita di Gesap

di

PALERMO. «Mirata, strumentale o strumentalizzabile» la relazione degli ispettori del ministero dell’Economia, «colpevoli» di «ignorare alcune norme che sono leggi dello Stato». Così Leoluca Orlando in consiglio comunale attacca gli ispettori ministeriali, che hanno messo nero su bianco 46 presunte irregolarità dell’amministrazione comunale.

Uno dei punti maggiormente contestati – come riportato sul Giornale di Sicilia in edicola - è il mantenimento delle azioni in Gesap e l’autorizzazione all’aumento di capitale sociale della società che gestisce l’aeroporto. Una «indebita intrusione della commissione ispettiva che tende ad accodarsi al coro di sciacalli che volevano privatizzare la Gesap per svenderla a qualche amico di passaggio - attacca Orlando -. Si tratta di una società con i bilanci in attivo, dopo sette anni, un’azienda che ha varato investimenti per 88 milioni di euro, ricevendo apprezzamenti anche dall’Enac».

Respinte anche le contestazioni sui contratti a tempo determinato per i dirigenti e l’incarico al capo di gabinetto. «Si tratta di rapporti professionali di natura fiduciaria. Per quanto riguarda il capo di gabinetto può essere interno o esterno, io ho scelto un interno sia per apprezzamento alla persona sia per contenere i costi» ribatte il sindaco.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X