Giovani e lavoro, Furlan: "La Sicilia punti su scuola e formazione" - Video

PALERMO. Scuola e formazione sono questi i settori su cui, secondo Annamaria Furlan, il nuovo governo regionale deve confrontarsi per risolvere il nodo dell'occupazione giovanile. «L'alternanza scuola-lavoro e il tema della formazione diventino tema di confronto e determinazione della Giunta regionale in quanto strumenti formidabili per avvicinare i ragazzi alle imprese e al territorio». ha detto il segretario generale della Cisl, intervistata nel video durante l’assemblea regionale dei quadri del sindacato.

«Nessuno - ha ribadito - può fare tutto questo da solo: si lavori assieme alla scuola e alle parti sociali perché finalmente parta anche qui una sperimentazione e un’offerta così importante per i nostri giovani».

«I fondi Ue? Serve che le istituzioni locali e il Governo, responsabilmente, utilizzino fino all’ultimo euro di queste risorse - ha concluso - Ogni anno non vengono spese risorse preziose che magari tornano all’Europa e vengono giustamente utilizzate da altri Paesi. Sono risorse fondamentali per la regione e per le imprese».

«Lo sviluppo e la creazione di posti di lavoro sono i temi principali per questa regione. Ogni anno migliaia di giovani che hanno studiato sono costretti a portare la loro voglia di fare, la loro conoscenza fuori dal Paese e soprattutto fuori da questa importante regione».

«Il tema della crescita - ha aggiunto - il tema dello sviluppo e della legalità sono le prime questioni su cui dobbiamo tutti impegnarci per dare risposte ai siciliani. Le infrastrutture in questo contesto sono fondamentali e tutto quello che è successo (investimenti bloccati anche per infiltrazioni mafiose, ponti che crollano, strade inagibili) non creano le condizioni perché le aziende e gli imprenditori vengano a investire in questa regione».

immagini di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X