IL PROCESSO

Corruzione elettorale, Mineo: "Nessun posto di lavoro in cambio di voti"

di
corruzione elettorale, Franco Mineo, Palermo, Cronaca
Franco Mineo

PALERMO. “Conoscevo Giuseppe Bevilacqua, faccio il politico da tempo. E’ normale per me avere rapporti con le persone. In alcune occasioni, ho parlato con lui della sua delusione per non essere stato eletto al Comune. Gli proposi un ruolo da dirigente nel partito Grande Sud. Non gli ho mai chiesto voti”. Si difende così l’ex deputato regionale Franco Mineo che questa mattina si è sottoposto all’esame del pm Amelia Luise, nel processo in cui è accusato di corruzione elettorale assieme a un altro ex deputato – Nino Dina – e altre 22 persone.

Al centro della ricostruzione dei pubblici ministeri Amelia Luise e Annamaria Picozzi, c'è Giuseppe Bevilacqua – tra gli imputati - primo dei non eletti alla carica di consigliere comunale a Palermo alle elezioni del 2012. L’esponente del Pid, il partito di Saverio Romano, avrebbe gestito, per l’accusa, un pacchetto di voti conquistato anche grazie ai suoi rapporti con esponenti di spicco del mandamento mafioso palermitano di Tommaso Natale.

Ad alcuni politici Bevilacqua avrebbe messo a disposizione le proprie preferenze chiedendo, come corrispettivo, favori, finanziamenti per le proprie associazioni, alcune di volontariato, incarichi professionali per sé e i suoi amici. Il pm ha chiesto a Mineo, interrogato davanti alla quinta sezione del tribunale di Palermo, il significato di un’intercettazione, fatta nei mesi precedenti alle elezioni regionali del 2012, in cui l’ex deputato dice a Bevilacqua: “Il tuo impegno per me sarà premiato con uno dei due incarichi che ti ho detto”.

“Parlavo della vicesegreteria cittadina o provinciale del partito Grande Sud che stavo strutturando – ha spiegato – Non stavo chiedendo consensi. Non ho cercato un posto di lavoro per la moglie di Bevilacqua al porto di Palermo, né per nessun altro. Tutto quello di cui ho parlato con Bevilacqua riguardava la strutturazione di un partito, Grande Sud, del quale volevo che facesse parte”. Secondo la ricostruzione dell’accusa, invece, Mineo in cambio dell'appoggio di Bevilacqua, avrebbe promesso incarichi alla Regione.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X