IN VIA RESUTTANA

Investito sulle strisce pedonali, un uomo in coma a Palermo

di

PALERMO. E’ in coma in prognosi riservata nel reparto di neurorianimazione dell’ospedale Villa Sofia di Palermo, il pedone P.D.R, di 65 anni che ieri pomeriggio è stato investito in via Resuttana all’altezza del civico 520. A travolgerlo una Ford Fiesta guidata da un 85enne. L’automobilista, che si è fermato subito dopo l’impatto, è stato sentito dai vigili urbani.

Secondo quanto ricostruito agli agenti dell’infortunistica stradale il pedone stava attraversando vicino alle strisce pedonali. I soccorritori del 118 hanno trovato l’uomo per terra, già privo di sensi. Il pedone ha riportato una grave emorragia cerebrale e una frattura al femore. In serata è stato ricoverato nel reparto di neurochirurgia.

Non si ferma la scia di incidenti che nelle ultime settimane ha visto coinvolti tanti cittadini che mentre attraversano la strada, e spesso sulle strisce pedonali, sono stati travolti in pieno da macchine o motociclette. A fine ottobre Epifania Pizzuto, 88 anni, era morta nel reparto di rianimazione del Civico, tre giorni dopo essere stata travolta da un’auto, in passaggio Marinuzzi, nella zona di corso Calatafimi. Era stata investita da un suo vicino di casa. L’anziana era appena uscita dalla casa del fratello quando era stata investita da una Mercedes guidata da un uomo di 47 anni.

La vittima nell’urto era caduta a terra, battendo violentemente la testa. L’uomo stesso aveva portato l’anziana in ospedale, ma dopo 72 ore di agonia la donna era morta. Due giorni prima a perdere la vita, in viale Croce Rossa, era stato Giuseppe Tosini, 81 anni, centrato in pieno da una vettura, una Fiat Panda: l’autista si era subito fermato per dare soccorso all’anziano, rimasto a terra, così come alcuni testimoni oculari, ma non c’era stato nulla da fare.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X