COMMISSIONE ANTIMAFIA

Bindi: il caso Tamajo preoccupa, la politica si impegni

commissione Antimafia, indagato edy tamajo, regionali sicilia 2017, Edy Tamajo, Nello Musumeci, Rosy Bindi, Palermo, Politica
La presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi

TORINO. L'indagine nei confronti di Edy Tamajo, il candidato di Sicilia Futura che sosteneva Micari indagato per avere comprato voti alle ultime elezioni regionali, "preoccupa molto, perché il vizio della corruzione del voto di scambio, l'uso improprio del consenso, sembra attraversare in modo bipartisan le forze politiche". Così la presidente della commissione Antimafia, Rosy Bindi, a margine di un convegno di Libera sul tema delle mafie a Torino.

"La notizia è sicuramente preoccupante - aggiunge Bindi -. Non è una buona possibilità di partenza per il presidente Musumeci, che merita una condizione migliore per amministrare bene quella regione, che ha tanto bisogno di un buon governo. Si conferma la necessità di un impegno maggiore delle forze politiche - sottolinea - nel selezionare la classe dirigente e nel trovare i modi per ricercare il consenso. Anche perché in quella terra le politiche clientelari sono sicuramente un vettore per la mafia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X