PALERMO

Mafia al Borgo, appello della Confesercenti: ribellatevi al racket

PALERMO. "Gli arresti di oggi dimostrano ancora una volta l'inaccettabile oppressione della mafia sulle attività commerciali della città e quanta strada ci sia ancora da fare per liberare definitivamente il territorio e consentire uno sviluppo economico libero dalla prevaricazione e dalla violenza di Cosa nostra".

Lo afferma Mario Attinasi, presidente di Confesercenti Palermo e vicepresidente di Confesercenti Sicilia, commentando l'operazione che nel capoluogo siciliano ha portato all'arresto di 17 persone accusate di associazione mafiosa, estorsione e altri reati.

"Confesercenti Palermo ringrazia la magistratura e le forze dell'ordine per l'impegno incessante messo in campo ogni giorno per sconfiggere la criminalità organizzata - aggiunge Attinasi -. Rivolgo un appello a tutti gli operatori economici affinché seguano l'esempio dei commercianti che hanno collaborato con gli inquirenti e si ribellino al racket e alla violenza mafiosa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X