PALERMO

Abusi su paziente, la difesa di Adile: il primo rapporto fu consenziente

ginecologo villa sofia palermo, Biagio Adile, Palermo, Cronaca
Biagio Adile

PALERMO. Il primo rapporto sessuale con la ragazza fu consenziente: è questa la tesi che la difesa del ginecologo Biagio Adile, accusato di violenza sessuale nei confronti di una paziente, porterà avanti mentre prepara il ricorso al tribunale del Riesame. Lo riporta il Giornale di Sicilia oggi in  edicola. Intanto, gli avvocati scelgono di non fare rispondere l'indagato all’interrogatorio del Gip.

L'interrogatorio era stato rinviato venerdì scorso perché non era agli atti, a disposizione di giudice e difese, il file video registrato dalla vittima durante la violenza e consegnato agli inquirenti.

La registrazione confermerebbe le accuse della donna che ha denunciato il medico a febbraio scorso. Dal telefonino della donna sono stati estratti due video. Il primo dura circa 6 minuti, l’altro circa 5 minuti. Tra i due file c’è una pausa di 7 minuti. Questo “vuoto” viene spiegato dalla donna, assistita dall’avvocato Michele Calantropo, dal fatto che si è accorta dell’interruzione della registrazione e ha premuto “rec” una seconda volta. E’ nel secondo file, invece, che sarebbe rimasto impresso il dialogo tra i due che sarebbe poi sfociato nella violenza sessuale. Secondo gli avvocati di Adile, anche in questo secondo video ci sarebbe un’interruzione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X