Mafia e droga a Palermo, 12 condanne anche in appello

PALERMO. Mafia, traffico di droga e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di furti in istituti di credito della città. Questi i reati contestati a dodici persone legate al blitz della Squadra mobile che aveva dato il via nel novembre del 2014 alla operazione Zefiro e per le quali ieri è arrivata la sentenza d'appello, come riportato sul Giornale di Sicilia oggi in edicola.

Mandamento di riferimento, Brancaccio; personaggi di spicco i fratelli Natale e Giuseppe Bruno, processati e condannati a parte, col rito ordinario, assieme a Maurizio Costa. I tre, nel territorio un tempo in mano ai fratelli Filippo e Giuseppe Graviano, erano impegnati soprattutto sul fronte delle estorsioni.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X