L'INCHIESTA

"Soffiate a commercianti prima dei controlli", 3 vigili indagati a Palermo

PALERMO. Tre vigili urbani di Palermo sono indagati con l'accusa di aver avvertito anticipatamente alcuni commercianti di controlli che sarebbero stati effettuati nei loro esercizi, nella zona della movida.

L'indagine - scrive il Giornale di Sicilia oggi in edicola - è partita dalla denuncia del titolare di un negozio che, stufo di subire multe, è andato in procura a riferire che i vigili favorivano i suoi concorrenti. Dall'esame dei tabulati telefonici, in effetti, risultavano chiamate dei vigili alle utenze di alcuni commercianti, nel periodo compreso tra metà gennaio e metà febbraio 2017.

I tre indagati sono gli ispettori capo Francesco Damiata, Rosario Remo Di Bartolo e Gaetano Prestigiacomo. La zona è quella dell'Olivella, nelle viuzze di fronte al teatro Massimo, affollata di locali notturni, con tavoli e ombrelloni posizionati all'esterno fino a rendere disagevole il passaggio dei pedoni.

Nella stessa inchiesta sono indagati due ventiquattrenni, Benedetto Cottone e Giosuè Martines, accusati di aver violato i sigilli di un locale, apposti dai vigili urbani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X