Un Palermo inedito pronto a sfidare il Parma, Tedino: "Evitiamo scivoloni" - Video

PALERMO. Sarà un Palermo inedito, senza i nazionali, senza gli infortunati, ma con tanto ardore agonistico. Parola del tecnico rosanero Bruno Tedino che oggi ha parlato alla vigilia del match contro il Parma. Una partita decisamente difficile, soprattutto per i tanti assenti che annovera Tedino, una situazione paradossale, se si considera che i rosanero in giro per l’Europa stanno facendo ottime cose, come Trajkovski ieri sera.

Tedino però vuole carattere: “Ogni partita è una dimostrazione importante e un allenamento per migliorare. Non possiamo cantare vittoria anzi, noi siamo il Palermo e dobbiamo evitare ogni scivolone”. Si spera di recuperare Coronado: “Questa settimana ha fatto poco a causa dell’infortunio. Igor è determinante per la squadra, ma quando un giocatore del genere sta poco bene viene a mancare anche la condizione generale della squadra. In questi giorni abbiamo cercato di fargli fare un lavoro che potesse tenerlo “al sicuro” però ciò ha comportato un calo, probabilmente, dal punto di vista della preparazione fisica. Non è al top ma stiamo comunque cercando di fare il massimo per domani. Stasera io e lo staff faremo una chiacchierata col giocatore e decideremo meglio come impostare il nostro gioco”.

Situazione infortunati: “Molti dei giocatori che abbiamo al momento in squadra non sono al massimo delle loro condizioni. Nel frattempo stiamo riprendendo sia Rolando che Monachello, entrambi stanno meglio e sono pronti a fare uno spezzone di gara. Inoltre possiamo contare anche su Fiordilino”. Sull’avversario di domani: “Il Parma gioca molto bene a calcio e non bisognerà concedergli spazio; sarà importante che tutti abbiano la bava alla bocca, che, finora, è stata una nostra caratteristica. Il Parma ha giocatori di grande qualità tecnica, la squadra è stata rinforzata rispetto allo scorso anno”. E infine sul modulo: “Abbiamo provato il 4-3-1-2, ma tutto dipende dalle condizioni fisiche dei giocatori che abbiamo a disposizione in questo momento. Naturalmente non sarà un modulo di gioco a scalfire gli avversari piuttosto sarà importante il nostro atteggiamento. Dobbiamo dare il massimo”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X