PALERMO

Finanziamenti per Reset e Amat, il consiglio comunale approva il bilancio

PALERMO. Con 22 sì, 13 no, tra i contrari i consiglieri del Movimento Cinque Stelle, e un astenuto, il consiglio comunale di Palermo ha approvato il bilancio di previsione 2017.

Il documento contabile riserva un milione di euro per i lavoratori Reset; 540 mila euro per l’Amat, destinati a migliorare i servizi speciali e i bus navetta gratuiti per il centro storico.

"Con l'approvazione del bilancio di previsione 2017 il consiglio comunale ha scongiurato lo spettro del commissario ed inoltre la maggioranza, grazie anche al contributo del nostro gruppo, ha dato segnali di compattezza e di responsabilità votando uno strumento finanziario che darà risposte importanti alle cittadine e ai cittadini palermitani". Sono le parole dei consiglieri comunali di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno che hanno votato favorevolmente l'atto deliberativo.

"Sinistra Comune ha svolto un ruolo importante nella definizione dello strumento finanziario grazie al ruolo svolto da Barbara Evola nella sua qualità di presidente della commissione bilancio - sottolinea il capogruppo Giusto Catania - siamo soddisfatti del fatto che il bilancio abbia dato risposte positive ad alcune esigenze della città: un milione di euro per i lavoratori Reset; oltre mezzo milione per Amat al fine di implementare i servizi speciali ed in particolare le navette gratuite del centro storico; risorse sufficienti per la progettazione della nuova pavimentazione della città storica. Tutto questo malgrado i tagli drammatici, degli ultimi anni, dei trasferimenti nazionali e regionali al Comune di Palermo. Abbiamo inoltre evitato che si raccontassero frottole ai lavoratori Reset bocciando un emendamento farlocco, proposto dalla destra, che prometteva l'aumento strutturale delle ore di lavoro senza la necessaria copertura finanziaria".

"Con questo bilancio - sottolinea Barbara Evola - si completa finalmente il percorso di stabilizzazione e l'aumento del numero delle ore di quattordici insegnanti della scuola dell'infanzia comunale. Dopo anni di attesa siamo riusciti a restituire piena dignità lavorativa alle docenti e piena efficienza i servizi educativi. Inoltre si sbloccano i fondi per garantire l'avvio del servizio di assistenza specialistica e alla comunicazione. Questo bilancio ha una forte vocazione sociale dimostrato dal fatto che sono state garantite le somme necessarie per i piani personalizzati e il trasporto dei disabili; per l'affido dei minori e per rispondere all'emergenza abitativa".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X