Monte Pellegrino, l'Acchianata nelle testimonianze dei palermitani - Video

PALERMO. Il mese di settembre per i palermitani è dedicato alla “Santuzza” Rosalia. In particolare fin dalla notte del 3 settembre migliaia di fedeli palermitani e non hanno deciso di fare la tradizionale acchianata per chiedere le sospirate grazie alla santa patrona di Palermo. In queste immagini raccontiamo com'è andata attraverso le testimonianze di chi ha percorso il cammino di Monte Pellegrino.

Le celebrazioni nel ricordo di Rosalia Sinibaldi che 392 anni fa (1625), liberò la città di Palermo dalla peste sono state allestite dal reggente del Santuario di Santa Rosalia a Monte Pellegrino, don Gaetano Ceravolo nel ricordo del 70° anniversario di presenza a Palermo.

Il programma religioso prevede una serie di appuntamenti che culmineranno lunedì 4 settembre, nel giorno della nascita al cielo della “Santuzza” e continueranno anche nei giorni seguenti sempre al santuario diocesano di Monte Pellegrino. In mattinata l’arcivescovo monsignor Corrado Lorefice, ha presieduto la messa al Santuario di Mante Pellegrino, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e delle autorità civili e militari.Molti i fedeli che rinnovano ogni anno l’acchianata e purtroppo lungo il cammino a piedi si notano rifiuti di ogni genere. Il sentiero in alcuni punti continua a rimanere molto pericoloso.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X