A TORINO

Palermo battuto ai rigori dal Cagliari, rosa fuori dalla Coppa Italia

di
cagliari-palermo coppa italia, coppa italia, Palermo, Qui Palermo
Aleksandar Trajkovsk

Come sempre, maledetti rigori. Il Palermo viene eliminato dalla Coppa Italia, passa il Cagliari ai calci di rigore, ma i rosanero non hanno demeritato e forse avrebbero meritato qualcosa in più. Decisivi dal dischetto gli errori di Jajalo e Aleesami, i sardi non hanno fallito nemmeno un penalty e staccano il biglietto per il prossimo turno di Tim Cup. Il Palermo ha tenuto botta ad una formazione di categoria superiore, ma solo sulla carta, perché oggi i rosanero - per larghi tratti - hanno giocato decisamente meglio dei sardi.

Una partita non bella, poche le occasioni da gol ma c'è da evidenziare il progresso del Palermo che giorno dopo giorno cresce sempre più e scalda i motori in vista dell'esordio in campionato. Bene difesa e centrocampo, in attacco Nestorovski non ha brillato, buono l'impatto di La Gumina che ha siglato la rete del pari.

La cronaca: Tedino si affida al 3-5-2, in avanti ci sono Trajkovski e Nestorovski; nel Cagliari coppia offensiva formata da Borriello e Farias.

Dopo minuti di equilibrio, il primo squillo al 19': verticalizzazione improvvisa di Ionita per Farias. L’attaccante sardo sbuca alle spalle di Struna, tenta la conclusione ma Posavec è bravo nel leggere l’azione e salva il risultato con un’uscita perfetta. Il Palermo fa scorrere i minuti senza rischiare nulla, il Cagliari non ha verve in avanti. Molto propositivo Aleesami, ma i cross del norvegese non portano frutti. Il Cagliari la sblocca nel finale di tempo, assist perfetto per Joao Pedro che tutti solo batte Posavec con un diagonale chirurgico, 1-0.

Ripresa, nessun cambio per i due allenatori. Il Palermo prova la reazione ma mancano idee in mezzo al campo. 48′ si fa vedere Trajkovski, il cross del macedone viene deviato. Cragno si impegna e smanaccia il pallone, diretto in rete. 58' altra occasione Cagliari, Farago' tutto solo spara sopra la traversa. Tedino intanto manda dentro La Gumina al posto di Trajkovski.

Il Palermo però non molla e trova il pareggio, Aleesami ruba palla e mette in mezzo proprio per La Gumina che appoggia tutto solo in rete, 1-1. Rosanero che prendono coraggio, Cagliari che inizia a temere la formazione di Tedino. Il Palermo lotta su tutti i palloni e non fa venire a galla la differenza di categoria con la compagine sarda.

Non succede più nulla fino alla fine del match, si va ai supplementari. Jajalo scalda i guanti di Cragno con una punizione velenosa. Entra anche Rispoli che cerca la profondità diverse volte. Finisce 1-1 e si va ai rigori. Il Cagliari passa, decisivi gli errori di Jajalo e Aleesami.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X