Gnahoré pensa solo al Palermo: so cosa ho sbagliato in passato, non si ripeterà - Video

BAD KLEINKIRCHHEIM. Il mancato trasferimento di un anno e mezzo fa è acqua passata. Eddy Gnahoré è ora un giocatore del Palermo e intende aiutare i rosa nel cammino verso la risalita in Serie A: "Sappiamo benissimo che nel calcio succedono cose che non si possono spiegare, ma ormai è tutto passato: sono qua e faccio parte di questa società. Sono contentissimo e cercherò di dare sempre tutto, sia in campo che fuori".

Con due idoli da seguire, Pogba e Yaya Touré: "Il Pogba del Palermo magari no, fa piacere ma non sono al suo livello. Abbiamo giocato insieme da piccoli ma io cerco di essere Eddy Gnahoré. Paul è un grandissimo giocatore, un campione, ma sul piano del ruolo c'è forse qualcosa di simile. Touré l'ho sempre seguito con la nazionale. Ci sono caratteristiche simili tra noi due, ma mi ha fatto sognare quando ero più giovane".

Sui nuovi compagni di squadra, nessuna sorpresa: "Mi hanno impressionato tutti, seguivo il Palermo ai tempi del Crotone per la corsa alla salvezza, dunque conosco già la maggior parte dei giocatori. Li ho trovati molto liberi, c'è un po' di delusione e di amarezza, ma stiamo lavorando bene col pensiero a questa stagione. Cerchiamo di dare il massimo per tornare in A".

Una salita lunga e difficile, che lui stesso ha già affrontato un anno fa col Perugia: "Sarà un campionato molto difficile, col Perugia abbiamo fatto bene e so di aver fatto un errore abbastanza importante l'anno scorso nei playoff col Benevento: ho imparato tanto e sono cresciuto, so in che aspetto devo migliorare e cosa devo fare per non ripetermi".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X