PALERMO

Arresti a Brancaccio, in carcere anche patrigno del 16enne picchiato e abbandonato sotto ponte Giafar

PALERMO. Nell’operazione di ieri condotta da polizia di Stato e guardia di Finanza è finito in carcere il compagno della mamma del ragazzino di 16 anni picchiato in maniera selvaggia e abbandonato sotto il ponte di via Giafar a fine giugno a Palermo.

Dopo le botte al ragazzo è stato necessario asportare la milza. Gli ematomi cerebrali hanno preoccupato i medici anche se adesso le condizioni sono migliorate. Sul pestaggio indagano gli agenti della Squadra mobile e del commissariato di Brancaccio.

I poliziotti stanno cercando di indagare se l’aggressione sia legata in qualche modo all’attività del compagno della madre. Una spedizione punitiva contro l’uomo finito in carcere. Al momento solo ipotesi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X