Il Festino e il riscatto dei palermitani: “La Santuzza? Una speranza per tutti”

PALERMO. In trecentomila circa hanno riempito la scorsa notte le strade del Cassaro per dare il loro omaggio alla Santuzza. Un Festino ricco di emozioni, spettacoli, tradizioni, che si è chiuso intorno alle 2 con i classici fuochi d’artificio. Ma anche un Festino della speranza, della voglia di riscatto, a giudicare dai commenti di chi è sceso in piazza. (Nel video le interviste di Aurora Fiorenza e Piero Longo).

Oggi invece è il giorno della festa religiosa, per ricordare il ritrovamento delle ossa di Santa Rosalia. Alle 11 il pontificale dell’arcivescovo, Corrado Lorefice, in Cattedrale. Alle 19, il via alla solenne processione cittadina dell’urna argentea che contiene le reliquie della patrona di Palermo. Un lungo corteo di canti e preghiere, fino a piazza Marina, dove sarà accolto dal coro delle voci bianche del conservatorio Vincenzo Bellini, diretto dal maestro Antonio Sottile. Sul palco, Lorefice pronuncerà il discorso alla città. Poi la processione farà rientro in Cattedrale, dove ci sarà uno spettacolo di fuochi d’artificio.

E oggi a partire dalle 19 scatteranno di nuovo divieti di transito sino alle 22.30. In particolare sarà vietata la circolazione in corso Vittorio Emanuele, via Maqueda, via Roma, discesa dei Giovenchi, piazza Sant’Onofrio, via Panneria, piazza Monte di Pietà, via Judica, via Gioiamia e via Bonello. Piazza Marina sarà chiusa dalle 15 a mezzanotte. Previsti pure divieti di sosta: dalle 7 alle 24 non si potrà posteggiare in piazza Marina fra corso Vittorio Emanuele e via Lungarini.

 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X