DAL RITIRO

Zamparini crede nel suo Palermo: "Vinceremo la B con dieci punti di vantaggio" - Video

di

PALERMO. Zamparini crede nel suo Palermo e lancia la scommessa: "L'altra volta vi dissi che avremmo vinto il campionato di B con quattordici punti di vantaggio, quest'anno dico con dieci". Una sicurezza che viene fuori dalle qualità della sua squadra, che a suo dire è la migliore del torneo: "In difesa abbiamo Cionek che è un nazionale, così come Struna, mentre Goldaniga lo diventerà. Aleesami è un nazionale, Chochev è un nazionale, Rispoli e Morganella sono ottimi giocatori. Poi Trajkovski è un nazionale, Balogh è un nazionale, Nestorovski pure. Ditemi quale altra squadra in questo campionato possa vantarne così tanti. Il nostro problema sarà semmai quando ci mancheranno tutti questi giocatori per le convocazioni delle nazionali".

Fiducia nella squadra, dunque, e fiducia in Tedino. L'uomo che per Zamparini è il valore aggiunto del nuovo Palermo, chiamato all'immediata risalita in Serie A: "Lui è il leader dello spogliatoio, lì non devono esserci punti di riferimento. In campo il leader naturale è Nestorovski, ma io mi fido di Tedino che conosce bene i giocatori".

Per farcela, bisognerà anche trattenere i punti di forza dell'organico: "Abbiamo rifiutato quattro milioni per Balogh, sette per Alesami e quindici per Nestorovski. Lo faccio per rispetto nei confronti della società, della quale spero di non essere più presidente tra sette o otto giorni". La caccia al sostituto è aperta, ma la trattativa su cui è sempre attivo è quella con Frank Cascio: "Gli ho detto di venire prima per poterci sedere ad un tavolo e capire le esigenze della società".

Lo stesso manager originario di Castelbuono ha chiesto riservatezza massima e uno sforzo economico per trattenere i big. Sforzo che Zamparini vuole raddoppiare sul mercato in entrata: "Aspettiamo Gnahoré a centrocampo, cerchiamo anche Lobotka, un altro nazionale, ma purtroppo ha già attirato le attenzioni di una squadra spagnola e di una inglese. Se però c'è da fare uno sforzo, lo faremo". Lo si fa anche per evitare altre uscite, come quella di Lo Faso: "Lo avremmo ceduto al Monaco solo se avessimo preso Marcel dal Nizza. Abbiamo offerto tre milioni, ma quando su questi giocatori si fiondano squadre come il Tottenham non è facile".

 

Infine, un pensiero sul principale colpo di mercato messo a segno in queste settimane: "Coronado fisicamente mi ricorda Sivori, ha un fisichetto come lui". Al brasiliano è stata consigliata la maglia numero dieci da Giovanni Tedesco, ma Zamparini glissa "vedremo...". In campo sarà l'erede di Diamanti, col quale Zamparini vuole separarsi senza polemiche: "Gli voglio bene, ha tutti i vizi e le virtù dei giocatori, ma nessuno qui ce l'ha con lui".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X