TRIBUNALE

Palermo, disabile "per colpa dei medici": l'Asp dovrà risarcirlo con 3 milioni e vitalizio

PALERMO. Nacque tetraplegico per "negligenza" dei medici dell'ospedale in cui venne alla luce, l'Ingrassia di Palermo: il tribunale civile di Palermo ha condannato la Asp a risarcire con quasi 3 milioni di euro il bambino, ora adolescente, e i suoi genitori.

Inoltre, siccome il giovane è invalido al cento per cento, l'azienda sanitaria dovrà versargli un vitalizio di 1344 euro al mese da quando compirà 18 anni a quando ne avrà 65. La storia è raccontata oggi sul Giornale di Sicilia in un articolo di Sandra Figliuolo.

A versare le somme, però, non sarà, come nei casi di colpa medica l'assicurazione, perché la Reale Mutua ha dimostrato che la richiesta di copertura fatta dall'Asp sia avvenuta oltre i termini. Secondo il giudice, la malattia di cui il ragazzo soffre sarebbe stata causata da negligenza nei controlli da parte dei sanitari durante la gravidanza sia sulla madre sia sul feto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X