Proclamati dottori di ricerca a Palermo, il rettore: "L’università lavora per i giovani"

PALERMO. “L’università sta cercando di lavorare per i giovani, per permettergli di andare avanti, oggi celebriamo i ragazzi che hanno conseguito il dottorato di ricerca, hanno dimostrato passione e impegno e meritano un riconoscimento”.

Lo ha detto il rettore dell’università di Palermo, Fabrizio Micari, in occasione della proclamazione dei dottori di ricerca dell’ateneo palermitano.

La cerimonia si è svolta nel cortile interno dell’Ars, una location particolare per un evento che Micari definisce “un tassello importante per costruire il futuro di questi giovani”.

Il “Dottorato Day”, rappresenta una continuità sia con la pubblicazione dei bandi per la partecipazione ai dottorati del 33esimo ciclo sia con la recente approvazione della Programmazione 2017 dell'Ateneo che prevede 32 nuove posizioni di ricercatore.

Alla cerimonia era presente anche il sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, Davide Faraone:

“Come Governo nazionale stiamo immaginando una serie di strumenti che consentiranno a questi ragazzi di avere da un lato l’aspettativa di una carriera universitaria ma anche di intraprendere altre strade. Abbiamo introdotto dei fondi per i dottori di ricerca, e al momento stiamo pensando anche ad altri strumenti utili proprio per la ricerca”.

Immagini di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X