PALERMO

Estorsione, viene meno l'aggravante. Cassazione: rifare processo Helg

di

PALERMO. La Cassazione ha annullato con rinvio per riqualificazione della pena la sentenza di condanna inflitta a Roberto Helg, l'ex presidente della Camera di commercio di Palermo, sorpreso mentre intascava una mazzetta da centomila euro per il rilascio di una concessione all'aeroporto di Punta Raisi.

Helg era stato condannato a 4 anni e 8 mesi per concussione ma adesso la Cassazione ha riqualificato il reato in estorsione semplice accogliendo le istanze dell'avvocato Giovanni Di Benedetto che ha sostenuto come la Gesap sia una società privata e non pubblica.

A denunciare Helg era stato l'imprenditore Santi Palazzolo che all'aeroporto ha un punto vendita di dolci.  Per il pasticcere Santi Palazzolo, titolare di un negozio all'aeroporto di Palermo, Helg non era solo il vicepresidente della Gesap e numero uno della Camera di Commercio. Helg era «un amico».

Almeno fino all'inizio del 2015 quando Helg chiede all'imprenditore una tangente per mantenere, alle stesse condizioni degli anni passati, il suo spazio nello scalo di Punta Raisi. Il rapporto, inevitabilmente, si rompe. Palazzolo va dai carabinieri che il 2 marzo 2015 lo imbottiscono di microspie e incastrano Helg mentre incassa la «bustarella» da trentamila euro e un assegno da settantamila.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X